le notizie che fanno testo, dal 2010

Trapianto doppio di mani: Carla Mari torna a casa

Carla Mari, la donna di 52 che circa un mese fa ha subito un doppio trapianto di mani, è uscita dall'ospedale e da oggi comincia la fase di recupero "ma tutto procede per il meglio e siamo molto ottimisti", spiega il chirurgo. La donna ha perso mani e piedi per una setticemia.

Ieri Carla Mari, la donna di 52 che circa un mese fa ha subito un doppio trapianto di mani, è uscita dall'ospedale San Gerardo di Monza e da oggi potrà cominciare una nuova vita fatta di "normalità", o quasi.
Carla Mari nel 2007 ha perso a causa di una setticemia (sembra così incredibile eppure i casi sembrano essere sempre più numerosi) sia le mani che i piedi, ma da oggi, pian piano, invece di andare in giro con la sedie a rotelle potrà afferrare le stampelle e camminare da sola.
La donna era in lista di attesa già dal 2008 per un trapianto di mani e quando arrivò la chiamata che la avvertiva della disponibilità di poter subire l'eccezionale trapianto Carla Mari non ci ha pensato due volte. Ma da come raccontano anche i suoi familiari, tutto è stato vissuto con molta "normalità" e serenità, tanto da non travolgere neanche le vite lavorative.
"E' una donna di una forza eccezionale - ha detto il marito Giovanni - Fin dai giorni dell'amputazione ha sempre lottato con uno spirito positivo. Quando poi le hanno proposto il doppio trapianto si è lanciata in questo percorso difficile con determinazione e siamo stati noi che l'abbiamo seguita".
"E' stato un mese lungo e difficile - spiega Massimo Del Bene, il chirurgo autore dell'intervento sulla tescnica messa a punto dal dottor Pogliani, attraverso la terapia cellulare antirigetto basata sulle staminali- Adesso per Carla comincerà la fase di recupero, ma tutto procede per il meglio e siamo molto ottimisti".
E infatti la donna pensa già ad una vacanza nella loro casa di montagna a Cesana Torinese, anche se sa che deve aspettare l'ok dei medici prima di affrontare qualsiasi cosa.
Ma "sentire sulla fronte il caldo delle mani invece del freddo delle protesi quando mi sistemo i capelli, grattarmi se sento prurito e sfogliare le pagine di un giornale" per adesso è la cosa più incredibile, afferma Carla Mari appena uscita dall'ospedale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# caldo# cellulare# Cesana Torinese# medici# Monza# protesi