le notizie che fanno testo, dal 2010

Tigre a Firenze, nessuna traccia: ma forse è un gatto

L'estate è cominciata con la caccia alla pantera di Palermo, avvistata per giorni e poi misteriosamente scomparsa. Ora sembra che ci sia un'altro felino al centro di nuove ricerche. Nel boschi della Rufina, vicino Firenze, sembra sia stata avvistata una tigre.

L'estate è cominciata con la caccia alla pantera di Palermo, avvistata per giorni e poi misteriosamente scomparsa. Dal 27 luglio, infatti, la Guardia Forestale non "ha più ricevuto segnalazioni", ipotizzando che l'animale si sia spostato. Le ricerche affannose hanno causato solamente la morte di un'altra pantera, "Macumba", che viveva con altri 4 esemplari nello zoo-fattoria di Terrasini e che sembra non essersi più risvegliata dopo che la Forestale l'ha anestetizzata per prelevargli dei peli. Il proprietario e presidente dell'Apam (Associazione provinciale per il recupero degli animali maltrattati dall'uomo), in seguito, a presentato un esposto alla Procura della Repubblica.
Ora sembra che ci sia un'altro felino al centro di nuove ricerche. Nel boschi della Rufina, vicino Firenze, un cercatore di funghi dice di aver avvistato una tigre mentre una donna dice di averla vista nel cortile della sua casa.
Il primo avvistamento è avvenuto lunedì, e da allora carabinieri, protezione civile e volontari si sono messi all'inseguimento di "Kabir", così è stata battezzata la tigre. Per adesso, comunque, non vi è traccia del principesco felino, nonostante i militari abbiano disseminato trappole e addirittura piazzato diverse fotocellule per cercare di immortalare l'animale al suo passaggio.
E c'è già chi dice che anche questa volta, come a Palermo, il gigantesco felino sia solamente un gatto ben nutrito a carne, e non a croccantini e scatolette come l'industria alimentare per animali impone.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: