le notizie che fanno testo, dal 2010

Tessera del Tifoso illegittima. Radicali: "Maroni chieda scusa"

Se la Tessera del tifoso è illegittima è per merito del Codacons e FederSupporter che hanno presentato un ricorso al Consiglio di Stato. Ora dovrà pronunciarsi di nuovo il Tar del Lazio. Soddisfatti i Radicali che, con Staderini e Perduca affermano: "Maroni e la Lega calcio farebbero bene a scusarsi con milioni di tifosi".

Tessera del tifoso addio? E' ancora presto per dirlo. Ma un passo avanti è stato fatti. Il Consiglio di Stato infatti ha accolto il ricorso del Codacons e di FederSupporter dato che, per i giudici del CDS "la tessera è illegittima e può rappresentare una pratica commerciale scorretta" come comunica lo stesso Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori). Il Codacons comunica infatti che "il Consiglio di Stato (Sez. VI, Pres. Giancarlo Coraggio, Rel. Giulio Castriota Scanderbeg) ha accolto l'appello presentato da Codacons e Federsupporter contro la decisione del Tar del Lazio che nelle scorse settimane aveva respinto il ricorso avverso la 'tessera del tifoso' presentato dalle due organizzazioni. Codacons e Federsupporter contestavano in particolare il fatto che per ottenere la tessera e, di conseguenza, abbonamenti e biglietti, i tifosi fossero costretti ad acquisire una carta di credito ricaricabile, circostanza che rischia di condizionare le scelte economiche dei tifosi/consumatori". I giudici del Consiglio di Stato hanno ordinato al Tar del Lazio di fissare una nuova udienza e "discutere nel merito il ricorso presentato da Codacons e Federsupporter, valutando quindi la sussistenza delle illegittimità denunciate dai due enti" come si legge in una nota stampa. Intanto anche i Radicali Italiani, con Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani e Marco Perduca, senatore Radicale accolgono la notizia con una certa soddisfazione. "Non abbiamo mai avuto dubbi che la tessera del tifoso fosse illegittima. A differenza di quello che Maroni ha fatto credere, infatti, non è prevista da nessuna legge e anzi contrasta con i principi fondamentali dell'ordinamento", affermano Staderini e Perduca in una dichiarazione congiunta. "Una iniziativa commerciale imposta con la forza del Ministero dell'interno che si è rivelata anche inutile e dannosa. Come si poteva credere che la gestione dell'ordine pubblico dipendesse da un documento – la tessera- rilasciato ai cittadini da una banca previa autorizzazione individuale della Questura? - osservano i due esponenti Radicali - Uno schiaffo morale per i club di calcio che non hanno mai avuto il coraggio di difendere i diritti dei tifosi nei tribunali. Maroni e la Lega calcio farebbero bene a scusarsi con milioni di tifosi". Anche Federsupporter, uno dei protagonisti indiscussi di questa vittoria, esprime la sua soddisfazione per il "riconoscimento sulla validità della battaglia contro la tessera del tifoso" come si legge in un post del suo sito (http://is.gd/PuTLkl). "Questa decisione, il cui testo integrale è consultabile nel sito (www.federsupporter.it) conferma l'importanza del ruolo di Federsupporter e la sua validità di interlocutore delle Istituzioni, non solo sportive, nella difesa dei diritti e degli interessi dei tifosi". E Federsupporter sottolinea la validità del suo slogan: "In questa battaglia, come in altre dirette a tutelare sempre di più il tifoso quale soggetto di diritti, dobbiamo essere uniti, come dice lo slogan di Federsupporter 'Per contare e non essere contati'".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: