le notizie che fanno testo, dal 2010

USA: arrestato sospetto terrorista che pensava attentati

Un cittadino americano di origini pachistane che aveva cercato di procurarsi dei "materiali sospetti" è stato arrestato dall'FBI perché sospettato di essere un terrorista. "Neutralizzare gli attacchi prima che si verifichino", è il motto di Gibbs, portavoce della Casa Bianca.

L'FBI ha arrestato in Virginia un uomo di 37 anni, cittadino americano di origini pachistane (ed è in Pakistan che da poco vivrebbe Osama Bin Laden), che a quanto sembra stava cercando di organizzare degli attentati contro delle stazioni della metropolitana a Washington. Da quanto riferiscono le agenzie di stampa pare che Farooque Ahmed, così si chiamerebbe il sospetto terrorista, avrebbe avuto in questi mesi contatti con persone che lui riteneva legati ad Al Quaida e Osama Bin Laden ma che erano invece agenti dell'FBI che erano riusciti ad avvicinarlo per capire le sue intenzioni e i suoi piani. L'FBI, infatti, incominciò a sospettare di Farooque Ahmed perché aveva cercato di procurarsi dei "materiali sospetti".
"Questo episodio dimostra come si debba continuare a sorvegliare il nostro territorio contro eventuali attacchi terroristici e come il governo possa neutralizzare questi attacchi prima che si verifichino" spiega Robert Gibbs (che curiosamente ha lo stesso cognome del temuto agente speciale Leroy Jethro Gibbs della serie NCIS), portavoce della Casa Bianca, ai cittadini americani. Il sospetto terrorista, però, sembra proprio che fosse ben lontano dal realizzare un qualsiasi tipo di attentato ma probabilmente lo stava pensando molto intensamente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: