le notizie che fanno testo, dal 2010

Terrorismo: 5 arresti tra Milano a Albania. Italiani si convertono all'Islam, la jihad dopo il matrimonio

Sono accusati di terrorismo internazionale i componenti di due famiglie convertite all'Islam identificate dalla questura di Milano. Si tratta di 3 cittadini italiani e 2 albanesi di cui uno catturato in Albania determinati a partecipare al jihad in Siria.

"Sono accusati di terrorismo internazionale i componenti di due famiglie convertite all'Islam identificate dalla questura di Milano; questa mattina gli investigatori hanno eseguito 5 arresti dei 10 previsti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla procura di Milano" viene comunicato dalla Polizia di Stato. In una nota, gli agenti precisano: "Si tratta di 3 cittadini italiani e 2 albanesi di cui uno catturato in Albania determinati a partecipare al jihad in Siria. - specificando - Le indagini della Digos di Milano hanno ricostruito la storia che unisce le due famiglie: una giovane italiana, 27enne, convertita all'Islam che nel settembre scorso si è spostata con un albanese ed è partita insieme al marito alla volta della Siria per raggiungere i territori dell'autoproclamato Califfato. Il matrimonio tra i due era stato combinato per permettere alla giovane italiana di raggiungere la Siria, da qui il nome dell'operazione 'Martesë' che in albanese significa matrimonio". La Polizia spiega quindi: "Dalle intercettazioni telefoniche è apparso subito chiaro agli investigatori l'intento che anche altri membri delle famiglie volevano raggiungere i ragazzi in Siria per unirsi all'ISIS. - aggiungendo - Punto cardine delle indagini sono state le intercettazione nei confronti di un coordinatore dell'organizzazione dei foreign fighters (lupi solitari, ndr) che si stava impegnando per inviare altri componenti della famiglia in Siria per unirsi ai mujahidin", cioè i combattenti impegnati nella jihad. L'operazione di questa mattina si è svolta nelle province di Milano, Bergamo, Grosseto e in una città dell'Albania dove l'arresto è stato eseguito in collaborazione con lo Scip (Servizio cooperazione internazionale di Polizia).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: