le notizie che fanno testo, dal 2010

Pacchi bomba a Roma in ambasciate Svizzera e Cile: due feriti

Due pacchi bomba sono esplosi oggi a Roma, uno all'ambasciata Svizzera l'altro a quella del Cile. Feriti due uomini, uno rischia l'amputazione delle mani. Ieri l'allarme bomba nella mentro B di Roma e questa mattina un'altro un falso allarme. Nessuna rivendicazione.

Ai Parioli, blasonato quartiere di Roma, in via Barnaba Oriani c'è una bella palazzina che ospita l'ambasciata elvetica e stamattina un pacco come tanti è stato recapitato presso la sua sede. Fino a qui niente di strano se questo pacco non fosse stato esplosivo. Un dipendente dell'ambasciata Svizzera l'ha aperto ed è stato gravemente ferito alle mani, soprattutto a quella sinistra. L'uomo, pur non essendo in pericolo di vita, rischia l'amputazione delle mani anche se gli specialisti del Policlinico Umberto I di Roma "tenteranno di salvare e ricostruire gli arti per evitare l'amputazione" spiega il direttore della centrale operativa dell'Ares 118 di Roma, Livio De Angelis.
L'ordigno pare che fosse "sofisticato" e ovviamente per ora non si sa altro, anche se si fanno già ipotesi investigative su ambienti "anarco insurrezionalisti". Non c'è per ora alcuna rivendicazione del gesto.
Dopo poco è esploso un secondo plico-bomba, questa volta all'ambasciata del Cile in via Po. Anche in questo caso è stato ferito un umo anche se per fortuna sembra in maniera meno grave.
Questo doppio attentato nella Capitale fa seguito all'allarme che si era diffuso ieri di una bomba piazzata nella metro B di di Roma, anche se per fortuna non poteva esplodere, e quello del falso allarme bomba di questa mattina a piazzale Marconi. Sembra infatti che una telefonata arrivata in Campidoglio segnalava la presenza di un ordigno in un edificio di piazzale Marconi, dove erano in corso le selezioni di un concorso interno al Comune. Le unità cinofile, però, non hanno rilevato traccia di esplosivo.
Il sindaco di Roma Gianni Alemanno specifica che questi attentati "non hanno nulla a che vedere con il contesto romano" spiegando che ci sarebbero "delle piste di carattere internazionale che stanno seguendo gli inquirenti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: