le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto oggi: è sciame sismico in appennino emiliano. Crolli a Parma

Un forte terremoto ha scosso la terra oggi in provincia di Parma e Massa Carrara, con altri tre terremoto che sono seguiti nel giro, in tutto, di un paio d'ore. Solo tanta paura e qualche danno, anche alla Reggia di Colorno, ma a preoccupare il fatto che forse ci potrebbero essere anche altre scosse, come spiega il sismologo dell'IGNV.

Tanta paura per quello che gli esperti già definiscono un vero e proprio "sciame sismico" nell'appennino emiliano. Alle ore 15:53 del 27 gennaio 2012, infatti, un terremoto di magnitudo 5.4 è stato registrato, dall'INGV, nella zona di Frignano, ad una profondità di 60.8 km. In meno di un'ora, però, altre due scosse hanno fatto tremare la terra e la popolazione della zona colpita, in ordine alle ore 16:23 di magnitudo 2.7, alle ore 16:34 di magnitudo 3.2. A quel punto, gli abitanti intorno alla provincia di Parma e Massa Carrara speravano che il tutto fosse finito, quando che ecco alle ore 18:48 un nuovo terremoto ha colpito la stessa zona sismica di Frignano, anche se per fortuna di lieve entità, visto che di magnitudo 2 e ad una profondità di 67.9 km.
E se la Protezione Civile tranquillizza sul fatto che non si registrano, per fortuna, feriti, a far preoccupare sono le parole del sismologo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Salvatore Barba, che all'Agi avvisa: "E' possibile che ci siano altre scosse dopo quella di oggi, anche più forti".
Il fatto che abbia causato pochi danni è dovuto principalmente, spiega sempre il sismologo, al fatto che il terremoto è stato "particolarmente profondo", attutendo quindi gli effetti. Barba quindi spiega: "la media nella zona è di 25-30 chilometri, e vista la frequenza elevata con cui registriamo scosse è possibile che ce ne siano altre".
Per adesso il terremoto che ha colpito le province di Parma e Massa Carrara ha causato solo alcuni danni, tra cui alla Reggia di Colorno, nel Parmense, già stata lesionata due giorni fa a causa delle scosse che hanno colpito Verona e la zona della Pianura Padana emiliana, quest'ultime avvertite anche a Milano. Alla Reggia di Colorno sarebbero cadute tre statue e delle balaustre di una balconata. Anche a Carrara sono caduti due cornicioni, tanto che il Comune, in via precauzionale, ha deciso la chiusura delle scuole per la giornata di sabato. Il terremoto infatti sembra che sia stato sentito fino al sud della Toscana.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: