le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto oggi a Verona e Reggio Emilia: crepe a chiesa di Don Camillo

Giornata di terremoti oggi, nella zona di Verona come in quella intorno a Reggio Emilia, scossa quest'ultima avvertita persino a Milano, dove sono state fatte evacuare per sicurezza alcune scuole. Pochissimi i danni, tra cui una crepa nella chiesa di Santa Maria Nascente a Brescello, quella in cui Don Camillo parlava col Crocifisso.

Un po' di paura, diverse chiamate ai vigili del fuoco ma per fortuna pochissimi danni. E' questo il bilancio del terremoto che ha colpito oggi, nella prima mattinata, la Pianura Padana emiliana. Come riporta l'INGV, Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia), alle ore italiane 9.06 un terremoto di magnitudo 4.9, registrato ad una profondità di 33,2 Km, ha colpito la zona intorno a Reggio Emilia, avvertito distintamente in tutte le province emiliane e non solo. La scossa è stata infatti sentita anche a Milano, soprattutto da chi al momento del terremoto si trovava nei piani alti. Per precauzione, alcune scuole del capoluogo lombardo sono state fatte evacuare per qualche minuto, così come a Genova. Moltissime invece le chiamate ai vigili del fuoco come al 118, anche perché oltre alla scossa più importante, ci sono state altre tre scosse si assestamento nella zona della Pianura Padana emiliana, avvertite soprattutto dalla popolazione più prossima all'epicentro, quali Reggio Emilia ma anche Pomponesco (MN), Viadana (MN), Sorbolo (PR), Boretto (RE), Brescello (RE), Campegine (RE), Castelnovo di Sotto (RE), Gattatico (RE), Poviglio (RE), solo per citare i Comuni situati entro un raggio di 10 chilometri.
Per fortuna, il terremoto non ha causato feriti e pochissimi danni, tra cui però purtroppo una crepa nella chiesa di Santa Maria Nascente a Brescello (Reggio Emilia), celebre in tutta Italia perché location dei film di Don Camillo e Peppone. Il vicesindaco di Brescello, Andrea Setti, ha spiegato infatti all'Adnkronos che "la chiesa, meta di tante visite dei turisti, è antica e ha subito alcuni danni - precisando - sono caduti alcuni calcinacci dalla volta interna ma fortunatamente non c'erano persone all'interno e quindi non ci sono feriti". Per motivi precauzionali, la chiesa di Don Camillo, quella in cui il sacerdote parlava spesso con il Crocifisso, è stata transennata.
Come riferisce invece l'Ansa, ci sarebbero poi dei "problemi nella Chiesa di San Martino a Cinisello Balsamo, messa in sicurezza per la caduta di alcune statue".
Ma oggi un altro terremoto ha colpito il Nord. Prima della zona di Reggio Emilia, infatti, l'INGV ha registrato diverse scosse (sei in tutto) nella zona intorno a Verona. Il terromoto che ha maggiormente spaventato è stato quello avvertito alle ore (italiane) 00.54 nel distretto sismico delle Prealpi venete, di magnitudo 4.2 e ad una profondità di 10.3 chilometri. Per fortuna, anche in questo caso, pochi danni, tranne "qualche crepa su edifici a Parona e la caduta di alcuni pezzi d'intonaco della chiesa di sant'Ambrogio di Valpolicella", come riporta l'Ansa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: