le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto oggi Rieti, INGV: ci saranno altre repliche. E' area ad alta sismicità

Ci saranno altre repliche al terremoto che ha colpito oggi la provincia di Rieti, tra Amatrice a Accumoli. Lo ha dichiarato il ricercatore dell'INGV Andrea Tertulliani, spiegando che l'area colpita dal terremoto è "ad alta sismicità, ben conosciuta anche in passato, fin dal XII secolo".

Sono oltre 100 le repliche del terremoto che ha colpito oggi la provincia di Rieti, con epicentro in prossimita di Amatrice a Accumoli, città che sono andate semi distrutti. Ingenti i danni e attorno alle ore 9:30 i morti accertati sono 21, nel dettaglio 11 nel Lazio di cui 6 ad Accumoli e 5 ad Amatrice e 10 nelle Marche a Pescara del Tronto (Ascoli Piceno).

Intervistato attorno alle ore 10:30 da RaiNews24, Andrea Tertulliani, direttore di sezione dell'INGV (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), precisa che finora la replica di terremoto più forte è quella di magnitudo 5,4 registrata un'ora dopo scossa principale, quella di magnitudo 6 registrata alle ore 3:36 ad una profondità di soli 4 Km.

Il ricercatore dell'INGV precisa che al momento non è possibile "dire cosa dobbiamo aspettarci" perché, spiega Tertulliani, i terremoti non si possono prevedere. Tertulliani avverte però che è certo che nelle prossime ore "proseguiranno le repliche, - ed aggiunge - sperando che non ci siano magnitudo elevate".

Il ricercatore dell'INGV spiega che la zona colpita dal terremoto è "in un'area ad alta sismicità tanto che la pericolosità era ben conosciuta anche in passato, fin dal XII secolo. Non siamo stupiti".

Andrea Tertulliani chiarisce infine che le similitudini con il terremoto de L'Aquila 2009 sono solo "casuali" come "l'orario e la magnitudo ma - precisa - corrisponde allo stile sismico su questa fascia appeninica".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: