le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Nepal: 3.617 morti, dispersi 4 speleologi italiani

Sale drammaticamente a 3.617 il numero delle persone rimaste uccise dal terremoto che sabato 25 aprile ha sconvolto il Nepal La maggioranza delle vittime sono concentrate nella valle di Kathmandu. La Farnesina ha fatto infine sapere che mancano all'appello quattro speleologi italiani.

Sale drammaticamente a 3.617 il numero delle persone rimaste uccise dal terremoto che sabato 25 aprile ha sconvolto il Nepal. La maggioranza delle vittime, attualmente 1.302, sono concentrate nella valle di Kathmandu. Attraverso Twitter, il dipartimento di polizia del Nepal che sono 6.515 le persone sono rimaste ferite a causa della forte scossa di terremoto, di magnitudo 7,9. Inoltre, 18 persone sono morte in una valanga collegata al terremoto che ha travolto il campo base dell'Everest. Tra le vittime sull'Everest anche il manger di Google Daniel Fredinburg, che faceva parte di una squadra inviata dalla multinazionale americana che stava lavorando per creare una mappa stradale del trekking a partire dal campo base della montagna più alta della Terra. Altre 61 persone sono rimaste vittime, invece, nella vicina India. La Farnesina ha fatto infine sapere che mancano all'appello quattro speleologi italiani. Da sabato, sempre nella regione attorno alla valle di Kathmandu, capitale del Nepal, si susseguono altre forti scosse di assestamento, che continuano a terrorizzare la popolazione. Prosegue incessante la ricerca di possibili superstiti che dopo il terremoto potrebbero essere rimasti intrappolati nelle macerie di Kathmandu o nei villaggi vicini. Purtroppo, gli sforzi dei soccorritori per raggiungere alcuni villaggi sono stati finora ostacolati da frane che hanno bloccato molti sentieri di montagna. Il bilancio delle vittime, quindi, nelle prossime ore potrebbe aumentare visto che in questi villaggi abitano fino a mille persone.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Farnesina# Google# India# magnitudo# ricerca# terremoto# Twitter