le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Ischia magnitudo 4: due morti. Estratto vivo bimbo 7 mesi

Forte scossa di terremoto (magnitudo ricalcolata a 4) a Ischia, che ha causato ingenti danni soprattutto a Casamicciola e Lacco Ameno, comuni già colpiti da un devastante sisma nel 1883.

Alle ore 20:57 di ieri 21 agosto 2017 l'INGV riferisce di aver rilevato un terremoto di magnitudo 3.6 nei pressi dell'Isola di Ischia in provincia di Napoli, spiegando che l'epicentro è stato localizzato in mare dalla Rete Sismica Nazionale ad una profondità di circa 10 km nelle vicinanze della costa del Comune di Forio. A distanza di qualche ora, l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia aggiorna i dati sul terremoto a Ischia, precisando che grazie ai dati della Rete Sismica dell'Osservatorio Vesuviano, progettata proprio per la sorveglianza e il monitoraggio dei vulcani campani, sono stati ricalcolati alcuni parametri: la magnitudo è diventata 4 mentre il sisma è stato localizzato ad un prodondità di 5 chilometri.

Il terremoto che ha colpito ieri sera l'isola di Ischia, d'altronde, ha fatto crollare diversi edifici provocando purtroppo anche due vittime (bilancio provvisorio). I Comuni più colpiti dal terremoto a Ischia sono quelli di Casamicciola e Lacco Ameno, dove si stanno concentrando le operazioni di soccorso alle persone colpite e la ricerca dei dispersi da parte delle squadre dei vigili del fuoco e delle forze di polizia.
La Protezione Civile, guidata ora da Angelo Borrelli dopo le dimissioni di Fabrizio Curcio, riferisce che nella notte, i soccorritori, dalle macerie della palazzina in località La Rita del comune di Casamicciola, hanno recuperato, in vita, il più piccolo dei bambini intrappolati, di appena 7 mesi. Corsa contro il tempo per soccorrere anche i due fratellini di 7 e 5 anni, Ciro e Mattia, che durante il terremoto si sono rifugiati sotto un letto. Già estratti vivi il padre e la madre.
Muore invece una anziana, rimasta coinvolta nel crollo della chiesa di Santa Maria del Suffragio a Casamicciola. Un'altra donna è stata trovata invece senza vita sotto le macerie della sua abitazione. I feriti accertati sono 39, di cui uno in gravi condizioni.
Evacuato l'ospedale a Lacco Ameno per la presenza di numerose crepe nel palazzo, anche se 5 degenti intubati resteranno nella struttura.

Durante la notte, grazie a tre corse organizzate dal Comando generale delle Capitanerie di Porto, hanno lasciato l'isola di Ischia oltre un migliaio di persone, accolte a Pozzuoli dai volontari della Croce Rossa. Per via della stagione turistica, si stima però che ad Ischia ci siano circa 250.000 persone.
Casamicciola e Lacco Ameno furono già teatro di un devastante terremoto (poi calcolato di magnitudo 5.8) il 28 luglio 1883, che causò oltre 2.300 vittime.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Terremoto Ischia magnitudo 4: due morti. Estratto vivo bimbo 7 mesi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI