le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Emilia Romagna: 100 euro a persona, 200 euro per i single

In Emilia Romagna, anche se la terra ancora trema, si cominciano a fare i donti dei danni. La Protezione Civile concede un contributo per chi non intende usufruire della sistemazione alloggiativa in aree di accoglienza.

Mentre in Emilia Romagna la terra continua a tremare, a causa delle frequenti scosse di assestamento, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha firmato l'ordinanza con i primi interventi urgenti di protezione civile per il soccorso, l'assistenza alla popolazione e gli interventi provvisionali strettamente necessari alle prime necessità delle popolazioni delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova, colpite dal terremoto del 20 maggio.
Per questi interventi, sono stati stanziati 10 milioni di euro. Come si legge nell'ordinanza, l'attività della Protezione Civile consiste nel fornire alle popolazioni colpite dal terremoto pasti e primi generi di conforto, sistemazione alloggiativa in aree di accoglienza e strutture pubbliche e private, anche di tipo alberghiero. La Protezione Civile si occupa inoltre di organizzare anche servizi di trasporto pubblico e privato, nonché verificare, naturalmente, l'agibilità degli edifici danneggiati dal terremoto che ha sconvolto l'Emilia Romagna.
La Protezione Civile ha inoltre previsto un contributo da elargire a quelle persone che attualmente non possono rientrare a casa e che non intendono usufruire della sistemazione alloggiativa in aree di accoglienza, anche di tipo alberghiero.
Il contributo per l'autonoma sistemazione ammonta a 100 euro per ogni componente del nucleo familiare, fino a un massimo di 600 euro. Se però in casa c'è una persona di età superiore ai 65 anni o diversamente abile il contributo aumenta di 200 euro per ognuna di queste persone.
La Protezione Civile ha previsto invece un contributo di 200 euro (anziché 100 euro) per tutte quelle persone che vivevano da sole nell'abitazione.
Tale contributo per i terremotati dell'Emilia Romagna, così come l'assistenza alloggiativa, verrà concessa fino alla verifica di agibilità delle abitazioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: