le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Accumoli: crolla campanile restaurato, muore intera famiglia. Per il sindaco nessuna imperizia

Il campanile della chiesa di Accumoli era stata da poco restaurato ma con il terremoto del 24 agosto 2016 è crollato, distruggendo la casa adiacente. E' così morta una intera famiglia, con due bimbi piccoli.

Non c'è stata "imperizia" nel restauro del campanile nella chiesa di Accumoli, che è crollato a causa del terremoto del 24 agosto 2016 uccidendo quattro membri di una famiglia. Ad assicurarlo è Stefano Petrucci, il sindaco di Accumoli, provincia di Rieti, che tenta di smorzare le polemiche dopo la tragedia.
"La morte di una famiglia intera è un dramma, i figli erano cresciuti con i miei - precisa il sindaco - ma non strumentalizziamo. Un campanile di otto metri anche restaurato da poco con il terremoto è lecito che crolli. Non abbiamo fatto noi i lavori, ma non c'è stata imperizia".

Andrea e Graziella abitavano nella casa adiacente il campanile, e sono morti insieme ai loro due bimbi piccoli, Riccardo e Stefano. La struttura era stata restaurata di recente "con i fondi dell'ex commissario per il sisma del 1997", come precisa Petrucci. Il campanile della chiesa è però crollato sul tetto della loro casa e non ha lasciato scampo alla famiglia. A rendere più amara la tragedia il fatto che parenti ed amici sono convinti del fatto che "la loro casa e il loro solaio avrebbe retto alla scossa di terremoto". E' probabile che sarà l'inchiesta della Procura di Rieti, che ha aperto un fasciolo per disastro colposo, a fare luce sull'intera vicenda.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Accumoli# famiglia# Rieti# sisma# terremoto