le notizie che fanno testo, dal 2010

Messico: fanno esercitazioni terremoto e arriva scossa 7,1: centinaia i morti

Poche ore dopo le esercitazioni per il terremoto, organizzate in occasione dell'anniversario del devastante sisma del 1985, una scossa di magnitudo 7,1 si è abbattuta sul Messico centrale. Centinaia le vittime, specialmente a Città del Messico.

Sono oltre 200 le persone morte a causa della scossa di terremoto magnitudo 7,1 che ha colpito nuovamente il Messico. Quella di ieri potrebbe essere stata una sorta di forte scossa di assestamento causata dal sisma dell'8 settembre scorso, quando lungo le coste del Chiapas, al confine con il Guatemala, si è abbattuto un terremoto magnitudo 8.
Stavolta ad essere colpito il Messico centrale, con crolli e vittime anche a Città del Messico. Distrutta nella capitale anche una scuola: due i bambini morti già estratti dalle macerie ma si teme per la vita di altri 22 studenti.
Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto ha dichiarato lo stato di emergenza ed ha attivato il Piano MX, progettato per catastrofi simili.
Oltre ai crolli, circa 4 milioni di persone sono rimaste senza corrente elettrica mentre durante il terremoto alcuni palazzi sono andati in fiamme, a causa di alcune esplosioni probabilmente di gas.
Paradossalmente, la forte scossa è avvenuta solo poche ore dopo le esercitazioni per il terremoto a cui hanno partecipato diverse città, organizzate in occasione dell'anniversario del devastante terremoto del 1985, che ha ucciso più di 5.000 persone a Città del Messico.

© riproduzione riservata | online: | update: 20/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Messico: fanno esercitazioni terremoto e arriva scossa 7,1: centinaia i morti
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI