le notizie che fanno testo, dal 2010

11 maggio terremoto a Roma: prove generali del 21 dicembre 2012?

Oggi è il gran giorno. E' l'11 maggio 2011, la data che una dubbia previsione ha indicato come quella di un terribile terremoto a Roma. Molti cittadini della Capitale sembrano ragionare in stile "non è vero ma ci credo", e l'ansia sale. Ma allora cosa succederà il 21 dicembre 2012?

Oggi è il gran giorno. E' il giorno che molti romani, in particolare, stanno attendendo da mesi, per capire se la dubbia previsione attribuita, erroneamente, a Raffaele Bendandi, si avvererà. La leggenda metropolitana dell'11 maggio terremoto a Roma, come ormai viene ricercata dai più su internet, sembra aver generato davvero apprensione nella Capitale, nonostante la maggior parte dei media abbia ricordato a più riprese, o ironizzato, sul fatto non tanto che i terremoti non si possono prevedere ma sul "fake" plateale di tale informazione. Bendandi, e nessun'altro, ha mai predetto che l'11 maggio 2011 ci sarebbe stato un terribile terremoto a Roma, eppure vi è tanta gente che saprebbe, addirittura, a che ora comincerà il sisma. La rete e il pettegolezzo capitolino sembra essere concordo sul fatto che il terremoto arriverà alle 11:00 di mattina (anche se c'è qualcuno che crede che la terra tremerà invece alle 9:00) e, nonostante le mille e continue rassicurazioni, mezza Roma sembra che oggi vivrà sul "chi va là". Molte persone, per sicurezza, scenderanno nelle strade nelle ore che credono cruciali, mentre altri abitanti della Capitale pare che abbiano già abbandonato la città, tanto che anche l'inglesissimo Guardian ci ride un po' dietro. C'è chi, naturalmente, ha colto l'occasione per prendersi almeno un giorno di ferie. Non si vorrà mica lavorare durante un terribile terremoto, scherzano quindi i più stakanovisti. Incredibile poi il fatto che all'Esquilino, quartiere Chinatown di Roma, molte serrande rimarrano abbassate, con tanto di cartelli che però motivano tale scelta "per motivi personali" o "per inventario". Ma tale casualità sembra un po' sospetta. Insomma, oggi a Roma, si può dire con quasi assoluta certezza, non ci sarà nessun terribile terremoto. Eppure il panico ha pervaso moltissimi abitanti della Capitale. A questo punto a qualcuno sorge però spontanea una domanda. Ma se l'11 maggio terremoto a Roma è riuscito a creare una tale ansia in una grande metropoli come Roma, che sembra essersi mezza svuotata per l'occasione, cosa succederà il 21 dicembre 2012, quando alcune profezie pare che prevedano addirittura la fine del mondo? L'aria che si respira, infatti, sembra essere non tanto da XXI secolo ma da rinascita dell'anno Mille, che però almeno fu "caratterizzata da una rinnovata religiosità ma soprattutto da uno sviluppo economico che comportò cambiamenti evidenti nella vita sociale, tanto da determinare quello che alcuni storici hanno chiamato 'Rinascimento medioevale' ", come riporta Wikipedia. E allora, ben venga il 21 dicembre 2012.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: