le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto oggi in Emilia Romagna: scossa 4.3 nella notte, 11 in tutto

Torna a tremare la terra in Emilia Romagna. Sono state 11 le scosse che hanno fatto ripiombare la Regione nella paura, tra cui quella di stanotte , ore 3:48, di magnitudo 4.3. Nessun danno.

Sono state 11 le scosse che questa notte hanno scosso nuovemente l'Emilia Romagna, la più forte, quella che ha fatto ripiombare nuovamente la provincia di Modena, Reggio Emilia e Mantova nella paura, è stata registrata questa notte alle ore 3:48.
Come segnala l'INGV, un terremoto di magnitudo 4.3 è avvenuto infatti alle ore 03:48:36 italiane di oggi 12 giugno 2012, ad una profondità di 10.8 km.
I Comuni maggiormente interessati, quelli situati a 10 chilometri dall'epicentro localizzato dall'INGV nel distretto sismico della Pianura padana emiliana, sono Moglia (Mantova), Fabbrico (Reggio Emilia), Reggiolo (Reggio Emilia), Rolo (Reggio Emilia), Carpi (Modena), Novi Di Modena (Modena).
Gli altri Comuni che hanno sentito la forte scossa di questa notte Gonzaga (Mn), Pegognaga (Mn), Quistello (Mn), San Benedetto Po (Mn), San Giacomo Delle Segnate (Mn), Suzzara (Mn), Campagnola Emilia (Re), Correggio (Re), Novellara (Re), Rio Saliceto (Re), San Martino In Rio (Re), Bastiglia (Mo), Campogalliano (Mo), Cavezzo (Mo), Concordia Sulla Secchia (Mo), Medolla (Mo), Mirandola (Mo), San Possidonio (Mo), San Prospero (Mo) e Soliera (Mo).
Naturalmente il terremoto, essendo stato di magnitudo 4.3, è stato avvertito anche nei centri abitati più grandi, quali Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova ma anche Cremona, Ferrara.
Prima di questo terremoto, l'Emilia Romagna era stata avvertita con una scossa di magnitudo 2 registrata 48 minuti prima. A seguire, invece, ci sono state altre 9 scosse, tutte comprese tra una magnitudo 2 e 2,5.
La Protezione Civile assicura che il terremoto di oggi in Emilia Romagna per fortuna non ha causato altri danni, né feriti.
In una nota, inoltre, la Protezione Civile informa che "nelle tre regioni colpite dalle scosse di terremoto sono ad oggi 15.972 le persone assistite, suddivise tra Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto su 45 campi di accoglienza, 64 strutture al coperto (scuole, palestre e caserme, vagoni letto messi a disposizione da Ferrovie dello Stato e Genio Ferrovieri) e negli alberghi che hanno offerto la loro disponibilità grazie alla convenzione siglata con Federalberghi e Assohotel".
La Protezione Civile spiega che nella sola Emilia Romagna "i cittadini assistiti sono 14.483" e "nello specifico, 9.860 sono ospitati nei 35 campi tende, 2.197 nelle 53 strutture al coperto e 2.426 in albergo".
Nella Regione Lombardia, invece, "risultano assistite 1.235 persone all'interno dei 10 campi allestiti nella provincia di Mantova, cui se ne aggiungono 239 che hanno trovato sistemazione nelle 11 strutture al coperto e negli alberghi, per un totale di 1.474 persone". Infine, nella Regione Veneto è stata allestita una unica "struttura al coperto che accoglie 15 persone".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: