le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto in Sicilia oggi, cronistoria. Cresce la paura del 2012?

Sono state 6 le scosse di terremoto oggi in Sicilia, di cui cinque stanotte ed una alle 10 del mattino, nella zona intorno all'Etna, in provincia di Catania. Ma già nei giorni scorsi la terra aveva cominciato a tremare nell'Isola, e qualcuno forse avrà ricordato alcune "notizie" apparse in Rete su un ipotetico terremoto in Sicilia nel 2012. La cronistoria delle scosse di questi ultimi giorni.

Nessun danno a persone è cose. E' questo che riferisce la Sala situazione Italia del dipartimento della Protezione Civile in merito ai terremoti che hanno colpito oggi 28 giugno la Sicilia.
L' INGV ha infatti registrato stanotte 5 scosse di terremoto , nezza zona intorno all'Etna, in provincia di Catania.
Le scosse di terremoto in Sicilia stanotte sono state di magnitudo: 3.2 - 2.9 - 2.2 - 3.1 e 2.8.
Una sesta scossa di terremoto è avvenuta invece allore ore 10:18 di oggi 28 giugno, di magnitudo 3.1 ad una profondità di 5.8 km.
Come riporta il sito dell'INGV terremoti, i Comuni più vicini all'epicentro di quest'ultimo terremoto sono Santa Venerina, Zafferana Etnea, Sant'alfio, Giarre, Milo, in provincia di Catania.
Quelli invece compresi entro un raggio di 20 chilometri dall'epicentro del terremoto sono:
Piedimonte Etneo, Pedara, San Giovanni La Punta, Riposto, Mascali, Linguaglossa, Nicolosi, Mascalucia, Valverde, Tremestieri Etneo, Ragalna, Viagrande, San Pietro Clarenza, San Gregorio Di Catania, Trecastagni, Sant'agata Li Battiati, Acireale, Aci Sant'antonio, Aci Catena, Aci Bonaccorsi, Aci Castello, Belpasso, Fiumefreddo Di Sicilia, Gravina Di Catania, Castiglione Di Sicilia, Calatabiano, Camporotondo Etneo, in provincia di Catania;
Gaggi, Francavilla Di Sicilia, Malvagna, Motta Camastra, Moio Alcantara, in provincia di Messina.
Nei giorni scorsi, però, a tremare in Sicilia è stata anche la terra in provincia di Siracusa, con ben 15 scosse il 27 giugno, di cui tre pari o superiori alla magnitudo 3 (3.7 - 3 e 3.2) Un terremoto di magnitudo 3 è stato invece registrato il 26 giugno nel Mar di Sicilia, nel tratto di mare cioè che divide la Sicilia con la Calabria.
L'INGV e la Protezione Civile non sembrano preoccupati per questo sciame sismico, e questo tranquillizza naturalmente la popolazione, in questo periodo probabilmente più sensibile agli eventi legati alle scosse di terremoto dopo quanto avvenuto, purtroppo, in Emilia Romagna.
Ad aumentare forse l'ansia di qualcuno il fatto anche che nell'ultimo periodo sono circolate in Rete delle "notizie" riguardo un ipotetico terremoto che si potrebbe abbattere nel 2012 nella zona tra la Sicilia orientale e la Calabria.
A parlarne, poco tempo fa, Annibale Mottana dell'Accademia dei Lincei, quando affermò che "i tempi di ricorrenza dei terremoti nell'arco calabropeloritano sembrano indicare che siamo ormai vicini a un prossimo evento devastante".
Osservazione che fece discutere non poco, anche perché è bene ricordare che finora non sembra esistere un metodo per prevedere l'arrivo di un terremoto.
Ma ad interessarsi del terremoto in Sicilia nel 2012 anche un servizio di Rainews24 , dove veniva intervistato Vladimir Kossobokov, dell'Accademia delle scienze russe, che spiega come "la storia della Calabria e della Sicilia ci racconta che gli eventi sismici nella zona potrebbero essere devastanti, come il terremoto del 1908, di magnitudo 7.5".
Il servizio, naturalmente, non dice che in Sicilia nel 2012 ci sarà un terremoto, ma viene solo sottolineato come nelle Regioni maggiormente a rischio sarebbe bene che le istituzioni facessero "prevenzione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: