le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Emilia oggi: due scosse in provincia di Modena e Ferrara

Mentre la zona del Pollino fa i conti con le scosse di assestamento e a L'Aquila torna la paura del 2009 per un terremoto magnitudo 3.6, anche l'Emilia Romagna torna a tremare, con due lievi scosse in provicia di Modena e Ferrara.

Mentre la zona del Pollino continua a fare i conti con le numerose scosse di assestamento, che l'INGV terremoti registra anche oggi 30 ottobre 2012, e nella città de L'Aquila torna la paura del 2009 a causa di un terremoto registrato questa notte di magnitudo 3.6, anche l'Emilia Romagna torna a tremare. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia rivela nel pomeriggio di oggi due scosse di terremoto in Emilia Romagna, la prima in provincia di Modena e la seconda in provincia di Ferrara. Scosse lievi, che non hanno causato alcun danno e probabilmente sono state avvertite solo dagli abitanti più vicini all'epicentro.

La prima scossa di terremoto registrata oggi in Emilia Romagna dall'INGV è avvenuta alle ore 14:19, di magnitudo 2 ad una profondità di 7.3 km. I Comuni più vicini all'epicentro sono: San Giovanni Del Dosso, San Giacomo Delle Segnate, in provincia di Mantova; Mirandola, San Possidonio, San Prospero, Cavezzo, Concordia Sulla Secchia, Medolla, in provincia di Modena. Gli altri Comuni che situati in una zona che va tra i 10 e i 20 chilometri dall'epicentro sono invece: Crevalcore, in provincia di Bologna; Schivenoglia, San Benedetto Po, Serravalle A Po, Villa Poma, Sustinente, Revere, Pieve Di Coriano, Moglia, Magnacavallo, Quistello, Quingentole, Poggio Rusco, in provincia di Mantova; Ravarino, Novi Di Modena, Soliera, San Felice Sul Panaro, Bomporto, Bastiglia, Carpi, Camposanto, in provincia di Modena; Rolo, in provincia di Reggio Emilia.

La seconda scossa di terremoto in Emilia Romagna è stata invece di magnitudo 2,4, ad una profondità di 8.8 km, come segnala sempre Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, avvenuta alle ore 15:31. I Comuni più vicini all'epicentro sono Galliera, in provincia di Bologna e Sant'agostino, Vigarano Mainarda, Poggio Renatico, Bondeno, Mirabello, in provincia di Ferrara, mentre quelli entro un raggio di 20 chilometri sono: Malalbergo, Bentivoglio, Baricella, Pieve Di Cento, San Pietro In Casale, in provincia di Bologna; Ferrara, in provincia di Ferrara; Felonica, in provincia di Mantova; Finale Emilia, in provincia di Modena; Stienta, Ficarolo, Calto, Bagnolo Di Po, Fiesso Umbertiano, Salara, Occhiobello, Gaiba, in provincia di Rovigo.

L'ultima scossa di terremoto in Emilia Romagna, prima di quelle di oggi, era stata registrata il 26 ottobre, di magnitudo 2.9.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: