le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Emilia: arrestati 4 rumeni, rubavano in casa distrutta

C'è ancora sciacallaggio nei territori colpiti dal terremoto dell'Emilia Romagna. La Polizia di Stato ha arrestato 4 rumeni , due uomini e due donne, mentre rubavano rame e altro materiale in una casa distrutta a San Possidonio, nel Modenese.

Il fenomeno dello sciacallaggio nei luogi spesso devastati da calamità naturali, come quelli colpiti dal terremoto dell'Emilia Romagna del 20 e 29 maggio scorso, è ormai noto, soprattutto alle forze dell'ordine.
La Polizia di Stato, insieme alla Protezione Civile, sta in queste settimane monitorando attentamente i territori dell'Emilia maggiormente feriti dal terremoto, come a San Possidonio, nel Modenese, dove nei giorni scorsi sono stati arrestati quattro rumeni sorpresi a rubare rame e altro materiale in una casa demolita del Comune.
La polizia stradale di Modena, infatti, sulla strada Provinciale 8, in località Ponte Rovere, hanno notato i due uomini, di 35 e 22 anni, con precedenti, mentre rovistavano tra le macerie dell'abitazione distrutta dal sisma.
Sul retro dell'abitazione c'erano invece due donne, un 12enne ed un furgone contenente "telai di finestre, materiale ferroso, un termosifone, grondaie in rame e catene di acciaio, per un peso di 660 chili". Molto di questo materiale proveniva proprio dalla casa distrutta dal terremoto.
I due uomini e le due donne (di 20 e 27 anni) dovranno ora rispondere di furto pluriaggravato in concorso, mentre il minore è stato affidato ad una struttura dei servizi sociali nel Modenese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: