le notizie che fanno testo, dal 2010

Venus Williams ko a Wimbledon, ma nessuna voglia di ritirarsi

Venus Williams battuta dalla russa Elena Vesnina per 6-1 6-3 . Ma la statunitense, rientrata precocemente nelle competizioni dopo una serie infinita di infortuni e contrattempi per la partecipazione alle Olimpiadi di Londra 2012, non ha nessuna intenzione di ritirarsi, anche se affetta dalla sindrome di Sjogren.

Venus Williams è stata eliminata al primo turno del torneo di Wimbledon dalla russa Elena Vesnina per 6-1 6-3. Una sconfitta che i molti fan della Williams hanno preso per il verso sbagliato e che ha fatto aprire una selva di domande in conferenza stampa sull'eventuale suo ritiro. Ma se Venus Williams sul campo sembrava decisamente fuori fase, perdendo al primo turno proprio come al suo debutto del 1997, non pare abbia deciso di appendere la racchetta al chiodo. Seppur affetta dalla Sindrome di Sjögren dal 2010, l'atleta è parsa serena e tranquilla anche quando, da sconfitta, si è congratulata con Elena Vesnina. Alla stampa che le chiedeva insistentemente su un suo possibile ritiro, Venus Williams con molta determinazione e franchezza ha risposto di voler continuare nonostante la malattia. "Mi sento una grande giocatrice - ha affermato Venus Williams ai giornalisti - sono una grande tennista. Purtroppo ho avuto a che fare con delle circostanze che di solito le persone che fanno questo sport non devono affrontare. Ma non mi scoraggio, sono per le sfide. Ho un grande tennis in me, ho solo bisogno dell'opportunità di esprimerlo. Non esiste che io mi fermi e rinunci solo perché ho avuto qualche difficoltà nei primi cinque o sei tornei da quando sono rientrata".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# giornalisti# tennis# Wimbledon