le notizie che fanno testo, dal 2010

Tennis, Rafael Nadal: "Sfido me stesso, non Djokovic"

Rafael Nadal fa il punto di una stagione difficile che l'ha visto perdere il primato nella classifica mondiale ATP a favore di Novak Djokovic. La ricetta del tennista spagnolo per il 2012 sta nel "soffrire per andare ancora più in là". A cominciare da Abu Dhabi per il torneo di Capodanno dove potrebbe già incontrare Djokovic in semifinale.

Rafael Nadal non punta a superare Novak Djokovic, bensì se stesso. Le parole tanto attese del tennista spagnolo (n. 2 al Mondo) arrivano al termine di una stagione che l'ha visto perdere 6 volte su 6 contro il serbo (n. 1 mondiale). Nadal confessa come "Djokovic non c'entra" e che il suo problema di risultati (e di prestazioni di certo non all'altezza) è puramente "interiore". L'obiettivo dello spagnolo è qualcosa di più profondo di una semplice sfida con l'avversario, qualcosa che deve scattare nel suo cervello. Un problema psicologico? No, Nadal è sicuro che in questo caso non sia utile uno psicologo, sottolineando come "il loro lavoro non serva per giocare a tennis, ma comunque lo rispetto". "Devo soffrire - ha precisato il 'Re della Terra Battuta'- per andare ancora più in là, questo è tutto". A cominciare dalla fine di quest'anno ad Abu Dhabi dove, il 29 dicembre, si inaugurerà la nuova stagione con l'esibizione di Capodanno. Assieme a Roger Federer, Nadal è stato esentato dal primo turno, e potrebbe già incontrare Djokovic in semifinale qualora battesse il francese Gael Monfils.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Capodanno# cervello# lavoro# Re# tennis