le notizie che fanno testo, dal 2010

Coppa Davis, riecco Nadal e la Spagna conquista la quinta insalatiera

Con la vittoria su Juan Martin Del Potro (1-6, 6-4, 6-1, 7-6), Rafael Nadal regala alla Spagna il quinto successo della sua storia in Coppa Davis. Dopo aver segnato il punto decisivo al tie-break, il maiorchino si è disteso sulla terra rossa dello stadio di Siviglia abbracciato dall'urlo dei tifosi.

La Spagna è Rafael Nadal, e ieri l'ha dimostrato di nuovo. Per la quinta volta nella sua storia la Coppa Davis è nelle mani degli iberici, bravi a battere l'Argentina in finale. Il punto decisivo è stato messo a segno dal maiorchino nel match contro Juan Martin Del Potro che, finché ha potuto, è stato bravo a opporre resistenza. Non è bastato infatti all'argentino vincere il primo set per 6-1, visto che poi Nadal ha "deciso" di fare propri i successivi due. Chiuso 6-4 il secondo e 6-1 il terzo, si è arrivati a un quarto set entusiasmante che ha confermato la buona partita di Del Potro, capace di piegare lo spagnolo fino al 5-3. Ma il numero 2 del mondo ha avuto una reazione da campione che lo ha portato in parità, poi a vincere il tie-break e infine ad un'esultanza liberatoria che lo ha visto sdraiato sulla terra rossa e abbracciato dall'urlo dei tifosi dello stadio di Siviglia. "Ringrazio il pubblico - ha raccontato Nadal alla fine della partita durata 4 ore e 7 minuti - per la grande atmosfera che ha creato". Sfuma invece per l'Argentina la possibilità di conquistare la prima "insalatiera" della sua storia, insaccando la seconda sconfitta in tre anni contro la Spagna. Nel 2008, infatti, gli iberici conquistarono la terza Coppa Davis proprio contro l'Argentina, questa volta in Sudamerica, a Mar del Plata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: