le notizie che fanno testo, dal 2010

Tatuaggio "elettronico": la seconda pelle di HAL 9000

Il "tatuaggio elettronico" sarà una "seconda pelle" facile da mettere come un "trasferello", o un "tatuaggio temporaneo", solo che sarà un computer. E non solo a scopo medicale, ma anche "ludico" visto che molti già pensano alle future applicazioni "giocabili". Ma l'invenzione turba molti osservatori.

Per i fanatici dell'H+ (come si abbrevia spesso il "transumanesimo") e i patiti delle nuove tecnologie "a fior di pelle", la novità che viene dagli USA non può che rallegrare. Alcuni attenti osservatori in passato avevano già previsto che l'adozione "en masse" di tatuaggi e piercing sarebbe potuta essere l'anticamera di "chip sottopelle" e di sottilissimi transponder RFID dalle proprietà di "codici a barre". Ora sembra che il momento "giusto" stia arrivando. Certo, niente in confronto alla "polvere intelligente" (la "smartdust" di MEMS agli ordini del Grande Fratello nanotecnologico), ma l'invenzione degli scienziati dell'Università dell'Illinois ha davvero del sensazionale per l'uomo della strada: si tratta di una "seconda pelle" elettronica. Il fatto che questo "Sistema Elettronico Epidermico" sia poi uscito dai laboratori di Urbana non può che ricordare la coincidenza con il film "2001: Odissea nello spazio" di Stanley Kubrik dove HAL 9000, l'intelligente e inquieto computer di bordo era "nato". HAL 9000 era infatti entrato in funzione il 12 gennaio 1992 agli HAL Laboratories proprio ad Urbana nell' Illinois, il che, almeno per gli appassionati di fantascienza, potrebbe portare a qualche legittima angoscia per il futuro. In realtà la scoperta non assomiglia tanto ad una "seconda pelle" quanto ad un "tatuaggio" elettronico, o meglio ancora ad un "cerotto" che fa diventare un film sottilissimo di plastica "idrofila" una "basetta" su cui sono montati (anche questi sottilissimi quanto la pellicola) sensori e componenti elettronici. La tecnologia che si "attacca" alla pelle ricorda molto, a detta degli scienziati che l'hanno sviluppata, il "tatuaggio temporaneo" (qualcuno si ricorderà gli antichi "trasferelli") e per questo l' "Electronic Second Skin" come viene chiamata nella pubblucazione su Science (http://is.gd/MaeV1o) potrà avere un mercato molto importante soprattutto come "sensore" per svariate attività mediche. Già la fantasia degli sviluppatori corre alla sostituzione di tutti gli apparecchi di monitoraggio "esterni" al corpo, con "chip tatuati" che misurano glicemia, temperatura, pressione, sudorazione, movimenti muscolari (perché no un bel poligrafo?) e tutto ciò che dei moderni "trasduttori" possono fare. La ricerca è stata guidata dal professore di ingegneria John Rogers che è orgoglioso di constatare come la sua "seconda pelle" aderisca perfettamente all'epidermide (con rughe, imperfezioni ecc.) e che potenzialmente sopra il "tatuaggio" si potranno montare anche LED, antenne wireless e naturalmente micro celle fotovoltaiche. Interessanti anche gli aspetti "ludici" dell'invenzione, che secondo i ricercatori saranno tantissimi. Magari gli uomini dalla "fronte alta" in futuro potranno "tatuarsi" schermi televisivi del digitale terrestre (visibili anche da sé con l'ausilio di un classico specchio). Oppure il "tatuaggio" andrà applicato per per ballare da soli (davanti ad un monitor) con il videogioco danzereccio preferito, con la pelle elettronica che non solo farà da trasduttore dei movimenti del proprio avatar sullo schermo (magari 3D), ma dirà anche quanto si suda. Non a caso Todd Coleman, il collega di Roger, che divide oneri e onori dell'invenzione, già predice: "Questa tecnologia può connettere il mondo fisico al cybermondo, in un modo naturale (sic) e confortevole". Sarebbe anche interessante suggerire agli scienziati di inserire dei sottilissimi polimeri a memoria elastica (sollecitabili attraverso microvoltaggi) per comandare via wireless le espressioni del viso dopo aver applicato la "seconda pelle elettronica" fornita dal Governo, in modo che, a comando, si possa sorridere. Anche dopo una ennesima Finanziaria.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: