le notizie che fanno testo, dal 2010

Taxi Roma: sì a delibera, ma gli aumenti possono aspettare

Ieri si è votato per la delibera che prevede gli aumenti delle tariffe dei taxi e il consiglio comunale, dopo otto sedute, alla fine l'ha approvata, non senza proteste e rivendicazioni. Solo che è ancora inapplicabile.

Ieri si è votato per la delibera che prevede gli aumenti delle tariffe dei taxi e il consiglio comunale, dopo otto sedute, alla fine l'ha approvata, non senza proteste e rivendicazioni.
Solo che è ancora inapplicabile, visto che un emendamento stabilisce che questi aumenti dovranno prima essere valutati da una commissione tecnica istituita dal consiglio comunale entro il 31 ottobre.
Dopo il vaglio della commissione, allora si tornerà di nuovo in consiglio per l'approvazione definitiva.
I voti a favore per le nuove proteste sono stati 30, un astenuto e 16 contrari, tra cui il consigliere comunale del Pdl, Fernando Aiuti a cui non hanno dato la parola (e per protesta si è imbavagliato) per la sua dichiarazione di voto sul provvedimento. Aiuti ha votato contrario perché non sono passati due emendamenti da lui portati, cioè l'aumento dal 10 al 20 per cento di sconto per le donne che viaggiano di sera sui taxi, e l'estensione del 50 per cento di sconto a chi porta i bambini in qualsiasi ospedale pediatrico, e non solo se la destinazione è il Bambino Gesù.
"E' una vergogna che durante il consiglio comunale si apra una trattativa tra consiglieri e tassisti", conclude Fernando Aiuti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# aumenti# bambini# donne# emendamento# Gesù# tassisti