le notizie che fanno testo, dal 2010

Tredicesime: causa inflazione perdono parte del loro potere d'acquisto

La CGIA di Mestre comunica che per il fatto che "gli aumenti contrattuali sono cresciuti meno dell'inflazione", le tredicesime del 2011 perdono una parte del loro potere d'acquisto.

Poiché nel 2011 "gli aumenti contrattuali sono cresciuti meno dell'inflazione" fa notare la CGIA di Mestre, quest'anno le tredicesime perdono una parte del loro potere d'acquisto. "L'importo reale della tredicesima sarà più leggero rispetto a quello percepito nel 2010: di 10 euro per un operaio, di 12 euro per un impiegato e di 25 euro per un dirigente" (nel dettaglio - http://is.gd/34Ut6R) sottolinea il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi, che per questo motivo invita il governo ad adottare "un provvedimento di detassazione completa, o anche parziale, delle tredicesime dei lavoratori dipendenti con redditi inferiori ai 30-35.000 euro", facendo notare che "l'introduzione di questa misura riscuoterebbe il consenso di tutte le forze politiche - sociali e anche di coloro che dovrebbero farsi carico delle spese di copertura".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: