le notizie che fanno testo, dal 2010

Tassa sui rifiuti TIA1, Cassazione: IVA è illegittima

Anche la Cassazione conferma che sulla tassa sui rifiuti TIA1 non dovrebbe essere applicata l'IVA, poiché si applicherebbe una tassa sulla tassa. e fioccano gli esposti.

Nel 2009 la Corte Costituzionale aveva già dichiarato illegittima l'IVA sulla tassa dei rifiuti Tia1 (la Tariffa di igiene ambientale) sentenziando che questa "non è un servizio, ma un tributo". In altre parole, l'IVA non dovrebbe essere applicata perché la Tia1 è già una tassa. Da poco anche la Corte di Cassazione ha deliberato in materia, confermando di fatto quanto già espresso dalla Consulta. In questi giorni sono stati presentati quindi diversi esporti, finora contro ingoti, presso le Procure di Rimini, Torino e Trento. Come sottolinea però il Sole 24 Ore, la restituzione del "non dovuto" potrebbe avere effetti molteplici. "Da un lato - spiega infatti Luigi Lovecchio sul Sole 24 Ore - è evidente che se il gestore fosse costretto a subire il costo dell'IVA da rimborsare, a suo tempo versata all'Erario, la spesa verrebbe caricata sugli utenti Tia. Se invece di tale onere dovesse farsi carico lo Stato con una disposizione ad hoc, il costo ricadrebbe sulla generalità dei contribuenti". Sempre il quotidiano precisa che le sentenze della Consulta e della Cassazione valgono solo in riferimento alla TIA1 (articolo 49 del Dlgs 22-97) e non alla TIA2 (aricolo 238 del Dlgs 152-06) o alla Tarsu.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: