le notizie che fanno testo, dal 2010

Tares 2013 proroga prima rata a luglio. Calcolo CGIA: 29% in più

Dopo l'IMU arriva la Tares, la nuova tassa sui rifiuti. Ma arriva una nuova proroga sulla prima rata, che passa da aprile a luglio 2013, che però non ne pregiudica gli effetti giuridici a partire dal primo gennaio. Secondo il calcolo la CGIA la Tares costerà il 29% in più alle famiglie.

La prima rata della nuova tassa sui rifiuti, la Tares, "slitta" a luglio 2013. In realtà il compromesso trovato in Senato dopo l'approvazione di un emendamento a firma del presidente Antonio D'Alì (Pdl) vuole che la Tares sia in realtà "in vigore" dal primo gennaio ma che il termine di pagamento (già prorogato ad aprile) sia stato ulteriormente prorogato a luglio. Una boccata d'ossigeno "parziale" (anzi "temporanea") per gli italiani, ormai da tempo abituati ad una vita postdatata e alle prese con l'aumento progressivo del costo della vita. Ma la Tares, così come l'IMU, viene sempre più percepita come una sorta di "patrimoniale" indiretta, dato il suo peso fiscale. L'ultimo rapporto della CGIA di Mestre calcola che la Tares alle famiglie "costerà il 29% in più". Spiega la CGIA che "la Tares, che da quest'anno sostituirà la vecchia Tarsu (Tassa asporto rifiuti) e la Tia (Tariffa igiene ambientale), costerà agli italiani, secondo la CGIA, almeno 2 miliardi di euro in più (precisamente 1,9 miliardi di euro)". Il gettito complessivo della nuova tassa, a carico delle famiglie e delle imprese, sarà di almeno 8 miliardi di euro. Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre quindi afferma: "Come è possibile subire questi aumenti quando negli ultimi 5 anni di crisi economica la produzione dei rifiuti urbani è diminuita del 5% e l'incidenza della raccolta differenziata, che ha consentito una forte riduzione dei costi di smaltimento, è aumentata del 30,5% ?". I calcoli dell'Associazione rendono bene l'idea dell'incidenza della Tares: "Su un capannone di 1.200 mq l'aggravio sarà di 1.133 euro (+22,7%); su un negozio di 70 mq l'asporto dei rifiuti costerà 98 euro in più (+19,7%); su una abitazione civile di 114 mq l'applicazione della Tares comporterà un aumento di spesa di 73 euro (+29,1%)".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: