le notizie che fanno testo, dal 2010

Maroni: IMU? Pizzo di Stato su prima casa. Monti: è evasione fiscale

Scoppia la polemica contro l'IMU. Sindaci, Lega Nord, Pdl pronti a dar battaglia, ma Mario Monti avverte: "Governo sarà sempre più pesanti contro l'evasione fiscale".

La protesta contro l'IMU comincia ad avere toni sempre più accesi. Da una parte c'è il malcontento dell'Anci (Associazione nazionale Comuni italiani), che ha dato avvio ad una campagna di mobilitazione dei sindaci "per chiedere modifiche immediate all'IMU, nel senso di una maggiore equità e flessibilità" visto che l'imposta municipale propria (IMU appunto) in realtà sarebbe solo una "patrimoniale mascherata", come sottolinea il presidente Graziano Delrio.
"Una tassa nata male e finita peggio perché quel gettito finirà in larga parte nelle casse dello Stato che pensa in questo modo di fare quadrare il proprio bilancio" tuonava solo pochi giorni fa Delrio dalle pagine de Il Mattino, chiedendo "che l'IMU vada a finire ai Comuni, altrimenti il governo abbia almeno il coraggio di riconoscere che ha varato una tassa sui patrimomi".
Graziano Delrio inoltre trova "poco serio da parte del Governo riservarsi di modificare le aliquote a fine anno" facendo notare che "nei Comuni non funziona così" perché "se a fine anno non ci sono soldi, si tagliano le spese".
Nel corso della conferenza stampa che dà il via alla protesta contro l'IMU, almeno per come è oggi formulata, Delrio denuncia come "il gettito complessivo dell'imposta sia stimato intorno ai 21,4 miliardi, di questi gran parte andranno allo Stato, anche sotto forma di tagli ai trasferimenti. Il risultato – precisa il presidente dell'Anci – è che se l'anno scorso la vecchia ICI ha portato nelle casse dei Comuni 9,2 miliardi, quest'anno perderemo il 27% di quella cifra, al netto di tagli e quota statale dell'IMU. Per i cittadini, invece, la pressione fiscale sugli immobili aumenterà del 133%. Avremo insomma Comuni ancora più poveri e cittadini più tassati".
La campagna di mobilitazione impegnerà l'Anci fino al prossimo 24 maggio, giorno in cui ci sarà una manifestazione di tutti i sindaci a Venezia. Ma se l'Anci precisa di dire "no alla disobbedienza fiscale, perché siamo istituzioni responsabili", non dello stesso avviso appare la Lega Nord che da Zanica il 1 maggio, nel corso del "Lega Unita Day", Roberto Maroni afferma che "l'obiettivo più importante, se ci sarà l'adesione di tutti i Comuni, è che si possa mandare a casa il governo prima dell'estate".
Sul suo profilo Facebook, poi, l'ex ministro dell'Interno continua la battaglia del Carroccio contro le politiche fiscali del governo, annunciando: "SINDACI GUERRIERI CONTRO L'IMU. L'appuntamento per i nostri sindaci (vecchi e neo-eletti) è per il prossimo 25 maggio a Seriate, all'ASSEMBLEA DEGLI ELETTI, per decidere le azioni concrete da assumere per la protesta fiscale. PADANIA LIBERA DAL PIZZO DI STATO SULLA PRIMA CASA".
Roberto Calderoli, che considera "criminale" il fatto che il governo Monti abbia reintrodotto la tassa sulla prima casa, afferma inoltre che l'obiettivo è "dimezzare l'IMU e, attraverso detrazioni, di portarla a zero per la prima casa: si può fare a legislazione vigente".
Contro l'IMU però anche il Pdl. Mario Monti, dopo il Cdm sullo spending review, dichiarò che: "Se oggi c'è l'IMU bisogna accettare l'amara verità che si è abolita l'ICI senza calcolare le conseguenze, non poteva e non doveva essere abolita". Affermazione che se da una parte sembra venir smentita dai conti fatti dall'Anci dall'altra suscita la replica di Angelino Alfano, che precisa: "Togliere l'ICI sulla prima casa è stata una scelta giusta che rivendichiamo". Alfano inoltre conferma la sua proposta, eventualmente da presentare in parlamento con un ddl, di compensazione debiti-crediti delle imprese con lo Stato. Sull'IMU invece il segretario politico del Pdl promette: "Abbiamo già ottenuto che l'IMU si paghi in tre rate. Lavoreremo perché questa tassa possa essere una tantum".
Una serie di polemiche che sembrano cominciare ad innervosire la squadra di governo. Sulla mobilitazione dell'Anci contro l'IMU interviene infatti il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, sottolineando a margine di una firma di protocollo siglato con l'Enel al Viminale che "i sindaci sono ufficiali di governo, hanno funzioni istituzionali ed è bene che non dimentichino mai che portano la fascia tricolore e lavorano per il Paese", invitando quindi tutti i primi cittadini ad "essere responsabili".
Pronta la replica di Graziano Delrio dell'Anci alla Cancellieri, auspicando che lo Stato non si ricordi che i sindaci sono "un pezzo della Repubblica solo quando si tratta di gestire l'ordine pubblico o di far pagare le tasse ai cittadini".
Mario Monti dopo il Cdm sulla spending review si era invece già detto "sdegnato" verso "chi ha governato, governa e intende proporsi al governo del proprio Paese, perché non può giustificare l'evasione fiscale, né tanto meno può istigare a non pagare le tasse o istituire personali e arbitrarie compensanzioni tra crediti e debiti verso lo Stato", mentre nel corso dell'incontro di oggi a Roma con il premio Nobel per l'economia Joseph Stiglitz aggiunge: "In questi giorni ci sono state varie dichiarazioni che io come membro del governo ho il dovere di dichiarare inaccettabili, come quella che dice che non si paghi l'IMU - promettendo - Noi saremo sempre più pesanti contro l'evasione fiscale".
Non pagare l'IMU "è evasione fiscale - conclude Monti - E chi incita all'evasione fiscale meriterebbe un trattamento molto rigoroso da parte di una collettività civile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: