le notizie che fanno testo, dal 2010

ICI diventa IMU? Sarà più vantaggiosa per proprietari di seconde case

Investire sul mattone, anche con Mario Monti, rimane sempre il miglior investimento. L'introduzione dell'IMU al posto dell'ICI, infatti, sarà più vantaggiosa per i proprietari di seconde case che dichiarano oltre i 100.000 euro, come rivela la CGIA di Mestre.

Finora i parametri su cui Mario Monti si è basato per rendere "equa" la manovra "salva Italia" non sono del tutto chiari, visto che le nuove misure introdotte sembrano ad andare a penalizzare le classe medio-basse andando a premiare, invece, i più ricchi. Dopo le polemiche sorte intorno alla riforma delle pensioni, che porterà lunedì 12 dicembre ad uno sciopero generale di 3 ore indetto da CGIL, CISL, e UIL, è la CGIA di Mestre a rendere noto un calcolo che probabilmente gli illustri tecnici difficilmente non hanno "valutato". La CGIA di Mestre spiega infatti che "con il passaggio dall'ICI all'IMU al crescere del livello di reddito dei proprietari di seconda casa, il divario tra il futuro sistema di tassazione e quello attuale tenderà a diminuire" e che quindi "per i proprietari con redditi oltre i 100.000 euro, l'IMU diventerà addirittura più vantaggiosa dell'ICI. "Questo perché – sottolinea Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre – l'IMU avrà una aliquota, salvo la facoltà dei Sindaci di aumentarla o di diminuirla di 3 punti, del 7,6 per mille, che sostituirà l'attuale ICI, l'Irpef sugli immobili e le relative addizionali regionali e comunali", spiegando: "Se con l'attuale sistema, l'Irpef sugli immobili aumentava al crescere del reddito, garantendo così un criterio di progressività, ora l'IMU sarà praticamente una tassa piatta, che consentirà ai più ricchi, rispetto all'applicazione dell'ICI, aggravi di imposta più lievi man mano che cresce il reddito". La CGIA di Mestre allega una tabella (scaricabile al link http://is.gd/HscBfX), dove appunto si evince come i proprietari di seconde case, a partire da un reddito di 100mila euro, pagheranno meno rispetto a quanto avrebbero pagato se invece dell'IMU si fosse reindrodotta l'ICI. Come a voler dire che investire sul mattone, anche con Mario Monti, rimane sempre il miglior investimento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: