le notizie che fanno testo, dal 2010

Governo Monti: aggravio fiscale fino a 483 euro. Tra IMU, RES e IVA

Con l'arrivo del governo Monti la famiglie italiane rischiano "un aggravio fiscale che potrebbe oscillare tra i 97 ed i 483 euro l'anno", come rende noto la CGIA di Mestre, che prende in esame diversi scenari, tra aumenti di IVA e introduzione di RES e IMU.

Con l'arrivo del governo Monti la famiglie italiane rischiano "un aggravio fiscale che potrebbe oscillare tra i 97 ed i 483 euro l'anno", come rende noto la CGIA di Mestre. La CGIA precisa che gli scenari rimangono, ovviamente, ancora "nel campo delle ipotesi" tuttavia "volendo cercare di immaginare quale futuro ci attende, abbiamo elaborato quattro diversi scenari che mirano a quantificare il gettito delle possibili misure e gli impatti medi sui 25 milioni di famiglie italiane" spiega il segretario Giuseppe Bortolussi. "Le misure che dovrebbero essere adottate nelle prossime settimane - continua la CGIA - vanno dalla reintroduzione della tassazione sulla prima casa (ICI), ad un possibile aumento dell'IVA, ad una riduzione del prelievo sul lavoro", e nel comunicato viene spiegato i possibili scenari che gli italiani potrebbero aspettarsi di qui a poco, con una aliquota dell'IMU che potrebbe variare dal 3 per mille fino ad arrivare al 6,6 per mille. "Nell'ultima simulazione viene stimato l'impatto derivante dall'introduzione della RES servizi indivisibili, una nuova imposta prevista dalla medesima bozza di decreto il cui gettito dovrebbe 'coprire' i costi generali dei Comuni (illuminazione, pulizia strade e loro manutenzione)" spiega ancora la CGIA, prendendo in esame anche il possibile "aumento dell'aliquota IVA del 21% di 1 e di 2 punti percentuali". La CGIA di Mestre ha quindi approntato una tabella dove si "stima l'aggravio fiscale medio sulle famiglie italiane" (http://is.gd/8ALC4N).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: