le notizie che fanno testo, dal 2010

730 precompilato dal 15 aprile: online da casa o al Caf. Come funziona

Al via la sperimentazione del 730 precompilato. Dal 15 aprile 2015 sarà quindi possibile l'accesso al 730 precompilato messo a punto dall'Agenzia delle Entrate. Potranno accedere al 730 precompilato tutti i titolari di redditi da lavoro dipendente o da pensione. Al 730 precompilato si potrà accedere sia online da casa, se registrati ai servizi di Fisconline o con il pin dell'Inps, oppure andanto al Caf o dai commercialisti. Il 730 precompilato potrà essere richiesto entro e non oltre il 10 novembre.

Il Garante della privacy ha dato parere favorevole allo schema di provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate con il quale sono state individuate le modalità tecniche che consentiranno ai contribuenti o a CAF, sostituti d'imposta e professionisti che siano stati delegati, di accedere al 730 precompilato, mediante i servizi telematici dell'Agenzia delle entrate. Dal 15 aprile 2015 sarà quindi possibile l'accesso al 730 precompilato messo a punto dall'Agenzia delle Entrate per pagare le tasse.
Chi potrà accedere al 730 precompilato
Potranno accedere al 730 precompilato tutti i titolari di redditi da lavoro dipendente o da pensione che lo scorso anno hanno presentato il 730 o hanno inviato solo il Cud. Potrà utilizzare il 730 precompilato anche chi nel 2014 ha utilizzato Unico, pur avendo redditi per i quali era possibile presentare il 730. Esclusi i titolari di partita IVA.
Le regole per accedere al 730 precompilato
L'accesso alla dichiarazione da parte del contribuente "titolare" del 730 potrà avvenire utilizzando le credenziali d'accesso ottenute con la registrazione ai servizi di Fisconline o con il pin che consente l'accesso all'area personale sul sito dell'Inps. Se invece il contribuente si vorrà rivolgere comunque ad un Caf o ad un professionista, per accedere alle dichiarazioni precompilate questi dovranno richiestere oltre alla delega anche il codice fiscale e di altre informazioni quali: il reddito complessivo dell'anno precedente; l'importo indicato nel rigo relativo alla differenza di reddito rispetto all'anno precedente; il numero e la data della delega; il numero e il tipo di documento di identità del contribuente delegante. Sostituti di imposta, CAF e professionisti potranno visualizzare esclusivamente le dichiarazioni precompilate richieste. L'accesso alle dichiarazioni dovrà esser preceduto dalla digitazione di un codice di sicurezza.
Diritti del contribuente
Il contribuente avrà il diritto di visualizzare l'elenco dei soggetti ai quali la sua dichiarazione precompilata è stata messa a disposizione.
Limiti temporali per l'accesso
E' stato previsto un limite temporale, fissato al 10 novembre, oltre il quale non sarà più possibile richiedere via web o tramite file la dichiarazione.
Su sito dell'Agenzia dell'Entrate il Pdf che spiega tutte le regole di accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: