le notizie che fanno testo, dal 2010

Tassa di soggiorno, Franceschini: sia percentuale costo camera. No, eliminarla: chiede Codacons

"Il problema della tassa di soggiorno non risiede nel sistema delle stelle degli alberghi, ma nell'esistenza stessa della tassa" afferma il Codacons, commentando le dichiarazioni odierne del ministro Dario Franceschini.

"Il problema della tassa di soggiorno non risiede nel sistema delle stelle degli alberghi, ma nell'esistenza stessa della tassa" sottolinea in una nota il Codacons, commentando le dichiarazioni del ministro Dario Franceschini.
Il ministro dei Beni Culturali ha infatti sostenuto che "serve una revisione dell'imposta di soggiorno" la quale "deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi che è un sistema datato" perché "ormai valgono molto di più i giudizi sul web (sic)". Franceschini pensa quindi di prevedere che "la tassa di soggiorno sia una percentuale del costo della camera" perché ciò garantirebbe "maggiore equità e trasparenza e uguaglianza sulle Regioni".

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi osserva però che quello di soggiorno è in realtà solo «un balzello odioso, che gli utenti pagano mal volentieri e che è vissuto come una ingiusta imposizione». «In un momento in cui il turismo soffriva enormemente a causa della crisi economica, si è deciso di introdurre questa tassa, che ha avuto come unico effetto quello di incrementare i costi per i viaggiatori e danneggiare il turismo. - sottolinea - Ora che il settore dei viaggi sta lentamente riprendendo quota, crediamo non abbia senso soffermarsi sul sistema delle stelle per il comparto alberghiero, ma si debba seriamente lavorare per una abolizione della tassa di soggiorno, che darebbe ulteriore sprint al turismo in Italia».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: