le notizie che fanno testo, dal 2010

Gartner prevede l'invasione degli ultra Tablet

Il consumismo hardware non ha limiti e secondo la società di benchmarking Gartner il mercato sta per avere un boom nel 2011 per arrivare nel 2014 a circa 208 milioni di tablet venduti.

Saranno contenti i minatori della miniere di Coltan del Congo, schiavi della nostra tecnologia del benessere, o gli operai di molte aziende lager in Asia che con ritmi di lavoro folli inzeppano chip sulle schede madri.
Chissà quando Bansky, oltre alla sigla dei shock dei Simpson (http://www.youtube.com/watch?v=DX1iplQQJTo), farà un video per spiegare i danni del consumismo "hardware".
Avere tutto subito, essere sempre alla moda nella tecnologia significa distruggere il pianeta, quindi quando vedete politici pseudo-ecologisti troppo "aggiornati", con l'ultimo tablet in mano, spiegateglielo.
Ci mancavano infatti solo i tablet, dopo l'orda portatile che ha invaso il mercato da cinque anni a questa parte.
Il fenomeno "tablet" o "pad" o "tavoletta" come preferite chiamarlo, sembra poi che non accenni a sgonfiarsi, anzi pare che la mania contagerà milioni di persone che non solo possiederanno un PC, un portatile, un netbook ma si faranno anche un Apple iPad, un Samsung Galaxy Tab, un BlackBerry PlayBook o qualche altro "vassoio" touch screen (come il prossimo tablet di Microsoft).
Gartner Inc. advisor di benchmarking americano svela nuovi dati entusiasmanti per Apple e per tutti i produttori di tablet. Secondo Gartner infatti i tablet starebbero decollando e dovrebbero raggiungere quest'anno quota 19,5 milioni di unità.
Ma non è finita. Il numero dei tablet nel mondo, con un effetto domino nelle vendite, saranno nel 2011 54,8 milioni per arrivare nel 2014 ad un numero di tablet venduti per circa 208 milioni di unità.
L'invasione degli ultra tablet è appena iniziata, e quando i produttori si metteranno d'accordo sullo standard della diagonale (tipo 7 pollici) incomincerà la guerra con gli smartphones.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: