le notizie che fanno testo, dal 2010

Cargo Kepler: traghetto spaziale diventerà cassonetto dei rifiuti

Ariane 5 lancia il carico più pesante di sempre, l'ATV Johannes Kepler che porterà materiale essenziale per la Stazione Spaziale e che poi, nel viaggio di ritorno si trasformerà in "cassonetto dei rifiuti" per incenerirsi nell'atmosfera. Il primo auto inceneritore di rifiuti spaziale europeo?

Il 16 febbraio è partita la missione "più pesante" mai lanciata con il razzo vettore Ariane 5 dalla base di Kourou, nella Guyana Francese. Con l'Ariane 5 è partito l'ATV (Automated Transfer Vehicle) Johannes Kepler dal peso "record" di 20 tonnellate che, tra circa una settimana, raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale dove vive, studia e lavora il nostro astronauta Paolo Nespoli.
Questo affascinante cargo spaziale (il secondo della "serie" ATV, il primo fu il "Jules Vernes" nel 2008) rappresenta un vero e proprio traghetto spaziale "di linea" tra il pianeta Terra e l'avamposto umano in orbita nello spazio, almeno come modello.
Nella nota dell'ESA si legge infatti che "nella sua prima missione operativa, l'ATV-2 trasporterà oltre 7 tonnellate di carico utile, inclusi 4535Kg di propellente per rialzare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e controllarne l'attitudine. Una volta attraccato alla ISS, il propellente sarà usato dai razzi stessi dell'ATV per rialzare periodicamente l'orbita della Stazione al fine di compensare il naturale abbassamento dovuto alla trazione atmosferica. Può essere usato anche per spostare la ISS in caso di potenziali pericoli dovuti a rifiuti spaziali troppo vicini al complesso abitato".
L'ESA spiega anche che il carico dell'ATV Johannes Kepler "include quasi 1600Kg di cargo solido, 850Kg di propellente per il modulo russo Zvezda e 100Kg di ossigeno" e che, una volta svuotato dagli astronauti della ISS, "sarà riempito con buste di rifiuti e di materiale non più necessario per la ISS, e con hardware non più utile. Lascerà l'orbita sopra l'oceano pacifico meridionale dove effettuerà la manovra controllata e non pericolosa di rientro, che prevede la sua disintegrazione nell'atmosfera".
Quindi finalmente, invece di liberarsi dei rifiuti nello spazio (perché poi, come dei boomerang "tornano indietro" come meteore), ecco prevalere la soluzione "dell'inceneritore", dove Kepler-cassonetto brucerà, con i suoi rifiuti, sopra di noi, nell'atmosfera terrestre. Chissà se l'ESA avrà calcolato anche l'impatto ambientale. Ma si sa, navigare necesse est, vivere non necesse.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: