le notizie che fanno testo, dal 2010

Stampante 3D crea orecchie e muscoli. Verso un essere umano fotocopia?

Un gruppo di scienziati americani sono riusciti a creare con una stampante 3D parti viventi del corpo umano, come le orecchie, i muscoli e le ossa delle mascelle. A breve potrebbe quindi essere davvero la "fotocopia" di nostro padre o nostra madre?

Un gruppo di scienziati della Wake Forest University Institute for Regenerative Medicine, nella Carolina del Nord (Stati Uniti) sono riusciti a creare con una stampante 3D parti viventi del corpo umano, come le orecchie, i muscoli e le ossa delle mascelle. Il "miracolo" è stato possibile utilizzando una combinazione di cellule viventi e un gel speciale. In sostanza, per arrivare a creare artificialmente un orecchio i ricercatori hanno dapprima mischiato delle cellule vive con questo particolare gel, formando inizialmente un composto liquido. Una volta che la sostanza si è indurita, è il progetto inserito nella stampante 3D che ha fatto tutto il resto, creando parti del corpo umano nei minimi dettagli. Inoltre, queste parti del corpo potranno essere perfettamente adattabili al paziente che necessita di un trapianto, poiché la corretta forma di un tessuto è ottenuta attraverso l'uso della tomografia computerizzata o della risonanza magnetica.
Dopo questo primo successo, gli scienziati pensano già di adottare questa nuova tecnologia di "bioprinting" per creare anche degli organi interni. Le parti di corpo stampate con la ITOP (integrated tissue-organ printer) non sono state infatti finora rigettate dagli animali a cui sono state impiantate. A breve dire "sei la fotocopia di tuo padre o tua madre" potrebbe quindi non essere più solo un modo di dire. C'è infatti già chi teme la creazione di un intero uomo stampato in 3D. I ricercatori del Wake Forest University Institute assicurano però che "non si può stampare tessuti in volumi superiori a 200 micron". Almeno per il momento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: