le notizie che fanno testo, dal 2010

No a brevetto su staminali embrionali: "l'embrione non è una aspirina"

"L'embrione non è una aspirina" e quindi "non può essere utilizzato per curare un'altro essere umano", ricorda il neonatologo Carlo V. Bellieni mentre si attente la sentenza della Corte di Giustizia dell'UE in merito al brevetto che riguarda l'utilizzo commerciale di cellule staminali embrionali.

A breve la Corte di Giustizia dell'Unione Europea deciderà sulla nullità di un brevetto che riguarda l'utilizzo commerciale di cellule staminali embrionali. Un sentenza che avrà "un particolare valore" come spiega il prof. Antonio G. Spagnolo, direttore dell'Istituto di Bioetica dell'Università Cattolica di Roma, perché attualmente non esiste "una nozione 'comunitaria' di embrione umano", nella speranza che "le ragioni economiche delle industrie biotecnologiche non abbiano il sopravvento sulle ragioni etiche", conclude a Radio Vaticana (http://is.gd/j5BvVM). Il caso è stato portato all'attenzione della Corte di Giustizia dell'UE da Greenpeace, che aveva fatto ricorso contro un gruppo di scienziati tedeschi, ma contro il brevetto si schierano anche esperti di etica e avvocati di diversi Paesi, che inviano una lettera a sostegno delle loro argomentazioni, pubblicaa su "Nature" il 30 giugno scorso. La lettera invitava infatti la Corte di Giustizia dell'Unione Europea a ribadire il principio della non brevettabilità del corpo umano "nelle varie fasi della sua formazione e del suo sviluppo", mentre qualche mese prima l'avvocato Yves Bot esortava la Corte a non permettere brevetti su invenzioni derivate da embrioni umani "per scopi industriali o commerciali". Anche il neonatologo Carlo V. Bellieni ricorda infatti che "la nostra vita inizia con il concepimento per cui l'embrione è già una persona umana. E non perché lo dice la Chiesa Cattolica, ma perché lo dice la scienza" evidenziando come "l'embrione non è una aspirina" e che quindi "non può essere utilizzato per curare un'altro essere umano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: