le notizie che fanno testo, dal 2010

Mark Zuckerberg molestato da stalker. Chiedeva soldi per madre malata

Mark Zuckerberg vs Pradeep Manukonda. Il fondatore di Facebook molestato da un ragazzo di 31 anni che insistentemente ha tentato di chiedere aiuto per sua madre gravemente malata. Emessa un'ordinanza restrittiva. E Manukonda dice che non contatterà più Zuckerberg. Un amico in meno.

Mark Zuckerberg è uno dei padroni "delle vite degli altri" grazie a Facebook, la sua creatura, vera ossessione per milioni di persone in tutto il mondo.
Ma stavolta Mr Facebook ha provato il brivido di essere lui oggetto di una violazione dell'intimità (della privacy, in inglese).
Difatti tra i suoi milioni di amici, ce ne è stato uno che in questi giorni si è occupato un po' troppo da vicino e un po' troppo insistentemente, della sua di vita.
Come raccontano le cronache americane Mark Zuckerberg è stato infatti oggetto di "stalking" da uno "stalker", e non certo dalla mitica figura descritta da Arkadij e Boris Strugackij e poi filmata dal grande Andrej Tarkovskij.
Questo è uno stalker "di tutti i giorni", anche se accomunato ai nomi precedenti da un altrettanto nome impronunciabile per noi latini.
Tale Pradeep Manukonda avrebbe infatti "molestato" con tutti i mezzi possibili Mark Zuckerberg con la scusa (ma magari era tutto vero) di chiedergli aiuto per la madre malata.
Pradeep Manukonda ha chiesto insistentemente un aiuto economico (non è stata chiesta, a quanto sembra, una cifra) per la madre molto malata non potendo provvedere lui stesso alle cure. Addirittura Pradeep ha scritto a Zuckerberg, uno degli uomini più ricchi del mondo, di essere pronto a "restituire l'importo totale sostenuto per la cura" di sua madre (quindi la cifra non doveva essere un granché).
Il ragazzo di 31 anni è stato piuttosto insistente (la madre probabilmente aveva urgenza di cure) e quindi ecco arrivare a Mark Zuckerberg una lettera scritta a mano, un mazzo di fiori, molte email, molti messaggi su Facebook e pare, addirittura, una visitina "sotto casa" (segreta) dell'uomo dell'anno di Time.
Zuckerberg ha chiesto ed ottenuto un ordine restrittivo contro Pradeep Manukonda spiegando, tramite i suoi avvocati, che Pradeep avrebbe "usato un linguaggio che minaccia la sua sicurezza personale" e la sicurezza della sua ragazza e di sua sorella come rivela il sito americano TMZ.com.
Pradeep Manukonda, 31 anni, ha risposto che non contatterà più Mark Zuckerberg.
Molti sperano che Zuckerberg si informi sulla reale salute della madre di Pradeep e che abbia il cuore di provvedere alle sue cure, perché c'è anche la forte possibilità che il ragazzo, invece di un moderno e cinico "stalker" mitomane, potrebbe essere solo un ragazzo disperato e ingenuo, forse vittima di una società ingiusta e forse anche della fama (anche di filantropo) del giovane padrone di Facebook.
Se infatti tutti su Facebook sono "amici", potrebbe aver pensato Pradeep, perché non chiedere una mano a un amico che è più "amico" degli altri? In uno dei messaggi a Mark Zuckerberg scritti su Facebook, Pradeep Manukonda scriveva: "Per favore, comprendi il mio dolore...".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: