le notizie che fanno testo, dal 2010

Busto Arsizio: fa harakiri in McDonald's, accusato di stalking

L'uomo di 37 anni che si è accoltellato in un McDonald's di Busto Arsizio, davanti alla sua ex ragazza di 17 anni, è accusato di stalking, ed è stato raggiunto da un provvedimento che gli vieta di avvicinarsi alla giovane.

Viene ipotizzato il reato di stalking per l'uomo che il 12 agosto scorso si era accoltellato all'addome, stile harakiri giapponese, davanti alle casse del McDonald's di piazza Garibaldi a Busto Arsizio. Il gesto del 37enne sembra sia stato infatti l'ultimo atto per tentare di convincere la sua ex fidanzata 17enne a tornare con lui. Nel locale, infatti, c'era la ragazza, ma ora un provvedimento cautelare emesso dal gip di Busto Arsizio vieta al'uomo non solo di contattare la vittima, i suoi familiari e i suoi amici, ma stabilisce anche che il 37enne non potrà avvicinarsi ai luoghi che loro frequentano abitualmente. Sembra infatti che la ragazza, dopo l'interruzione della storia d'amore, abbia ricevuto diversi messaggi, tra cui intimidazioni ma anche avvertimenti da parte dell'ex sul fatto che si sarebbe ucciso. L'harakiri dell'uomo, sembrano quindi ritenere gli inquirenti, non sarebbe dovuto ad un gesto di autolesionismo ma ad un ultimo atto persecutorio, anche perché pare che persino dall'ospedale dove è rimasto ricoverato per qualche giorno dopo essersi accoltellato l'uomo ha continuato ad inviare SMS.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: