le notizie che fanno testo, dal 2010

Le spie russe venute dal freddo sono colpevoli

Le 10 spie russe assoldate dal governo russo per chissà quale misterioso intrigo internazionale si sono dichiarate tutte colpevoli. Verranno espulse dall'America, e Mosca rilascerà a sua volta 4 detenuti.

Le 10 spie russe venute dal freddo, cioè dalla Russia, arrestate a fine giugno in America si sono tutte dichiarate colpevoli di "cospirazione per aver agito come agenti non registrati di un Paese straniero".
Tra i due Paesi per ora nessun incidente diplomatico troppo serio. Gli Stati Uniti restituiscono a Mosca le spie e in cambio la Russia libera 4 detenuti accusati di aver abuto dei contatti con servizi di intelligence occidentali.
Vicky Pelaez, Anna Chapman e Mikhail Semenko, che anche in America avevano la loro identità, hanno detto di essere "agenti della Federazione Russa". Anche gli altri sette hanno poi ammesso di lavorare per il governo di Mosca, e hanno svelato le loro vere identità. Non si sa ancora il motivo di tale spionaggio. Forse solo vecchi vizi di una passata e nostalgica Guerra fredda.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: