le notizie che fanno testo, dal 2010

Cyberspionaggio: malware EyePyramid fa parte del Progetto Sauron?

Arrestati per cyberspionaggio i fratelli Occhionero, che hanno spiato politici, massoni ed istituzioni attraverso il malware EyePyramid. Visto il nome del malware utilizzato, è possibile supporre che EyePyramid faccia parte dell'inquietante Progetto Sauron?

Dopo l'arresto per cyberspionaggio di Giulio e Francesca Maria Occhionero, il gip ha ipotizzato che in realtà l'intero sistema di potere italiano è tenuto sotto controllo da un ben più consistente "gruppo di soggetti" al servizio di "interessi oscuri ed illeciti".

Attraverso il malware EyePyramid, i fratelli Occhionero (nomen omen) erano riusciti a schedare i computer e gli smartphone di 18.327 target, ottenendo in 1.793 casi anche le password e dunque i relativi dati personali e riservati delle vittime "infettate". Tutti questi dati venivano poi archiviati meticolosamente, tanto da essere suddivisi in 122 campi di interesse ("politica", "affari", "massoneria", ecc).

Ma il giudice ha evidenziato anche che "il ricorrere di alcuni indizi probatori lascia intendere che questa vicenda non sia il frutto dell'isolata iniziativa dei due ma che si collochi in un contesto più ampio".

Sembra infatti che durante le perquisizioni, i fratelli Occhionero abbiano fatto di tutto per cercare di depistare le indagini e coprire altri soggetti. Francesca Maria avrebbe per esempio distrutto una smart card davanti agli occhi della Polizia ed avrebbe digitato più volte la password sbagliata per accedere a un Pc così da bloccarne il contenuto.

Inoltre, i due fratelli sarebbero stati avvertiti del procedimento penale in corso, tanto che il loro arresto è stato emesso perché c'era il serio timore di un pericolo di fuga all'estero.

Chi c'è quindi dietro Giulio e Francesca Maria Occhionero? In questo frangente si parla di una rete di potenti a cavallo tra politica, massoneria e finanza. Non è detto però che le fila vengano mosse solo in Italia.

Visto il nome del malware utilizzato, è possibile supporre che EyePyramid faccia parte dell'inquietante Progetto Sauron? Nell'agosto scorso, infatti, due colossi della sicurezza informatica, l'americana Symantec e la russa Kaspersky, hanno scoperto un malware di alto spionaggio che conteneva nel suo codice un riferimento a Sauron, principale antagonista de Il Signore degli Anelli identificato nella saga di Tolkien con il simbolo del Grande Occhio infuocato. Un richiamo fin troppo evidente all'Occhio della Provvidenza, uno dei simboli più noti degli Illuminati e della massoneria.

Come l'EyePyramid, anche il malware Remsec del Progetto Sauron può accedere a ciò che viene battuto sul computer infettato e da questo si possono così rubare tutti file in esso contenuto.

Non è ancora chiaro chi ci sia dietro il Progetto Sauron, a parte un gruppo hacker di nome Strider, ma è stato subito evidente che la finalità era quella di controllare e carpire i segreti di organizzazioni e individui potenzialmente di interesse per l'intelligence di uno Stato nazionale. Dal 2011, infatti, ad essere colpiti dall'attacco hacker di Sauron sono state organizzazioni governative e militari, centri di ricerca scientifica, operatori delle telecomunicazioni e finanziarie, compresi obiettivi che parlano in lingua italiana.

© riproduzione riservata | online: | update: 10/01/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Cyberspionaggio: malware EyePyramid fa parte del Progetto Sauron?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI