le notizie che fanno testo, dal 2010

Castellaneta: commerciante 38enne crea market dello spaccio, arrestato

"I i militari della Stazione di Castellaneta Marina, coadiuvati da quelli del Nucleo Cinofili di Modugno (Bari), in un mirato servizio hanno arrestato, per detenzione, produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti, un 38enne, commerciante, del posto", illustra in un comunicato la Benemerita.

"Continuano i controlli dei militari della Compagnia Carabinieri di Castellaneta (Taranto) finalizzati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. In tale ambito, i militari della Stazione di Castellaneta Marina, coadiuvati da quelli del Nucleo Cinofili di Modugno (Bari), in un mirato servizio hanno arrestato, per detenzione, produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti, un 38enne, commerciante, del posto" viene comunicato dall'Arma.
"I militari, a seguito di attività informativa, apprendevano che il soggetto, veniva indicato quale punto di riferimento per l'approvvigionamento di stupefacente da parte di numerosi tossicodipendenti della zona. Per tali motivi predisponevano ed attuavano servizi di appostamento nei pressi dell'attività commerciale gestita dal 38enne nonché nei pressi della sua abitazione. Insospettiti da alcuni atteggiamenti, i Carabinieri decidevano, con l'ausilio di unità cinofile, di effettuare dei controlli più accurati" prosegue la Benemerita.
"Rintracciato l'uomo all'interno di una dependance ubicata nei pressi della sua abitazione di Castellaneta Marina, procedevano ad eseguire una perquisizione e rinvenivano, occultato all'interno del mobilio della stanza da letto e del bagno, un involucro in cellophane contenente 13 grammi di cocaina, 120 grammi di marijuana, 5 grammi di hashish ed un bilancino di precisione, mentre in un angolo della casa venivano trovate 5 piante di marijuana, in vegetazione, di altezza compresa tra 60 e 210 cm" proseguono i militi.
"Terminate le operazioni - si osserva in ultimo -, si decideva di estendere l'attività di controllo anche all'esercizio commerciale dove, all'interno di un contenitore per occhiali, si rinvenivano 7 grammi di cocaina suddivisa in 8 dosi. L'unità cinofila impiegata nel controllo del negozio captava, all'interno del registratore di cassa, la presenza di molecole sintomatiche della presenza di stupefacenti. Questo particolare avvalora i sospetti dei militari, i quali ritenevano che in detta attività fosse stato creato un vero e proprio market dello spaccio. Il soggetto, nel frattempo accompagnato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Castellaneta, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica veniva dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: