le notizie che fanno testo, dal 2010

Italiani sempre più pigri e scansafatiche

Italiani popolo di pigri, ora è anche un dato scientifico. Uno studio evidenzia come in Italia la vita sedentaria sia diventata un must, sia dal punto di vita lavoratativo che riguardo l'attività fisica.

Che la maggioranza degli italiani siano pigri è sempre stato sotto gli occhi di tutta quella minoranza di onesti lavoratori che ogni giorno compensano la sedentarietà di quelli che si dichiarano sempre troppo stanchi per poter fare qualsiasi cosa. D'altronde, la ricerca del posto fisso in Italia è quasi vista come la metà del dolce far niente, anche se raggiungere questo traguardo è sempre più difficile visto che chi ha avuto la fortuna di sedersi non ha certo la voglia di alzarsi e cedere il posto a qualcun'altro.
Da oggi, poi, il rapporto Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) sugli stili di vita, redatto dall'Istituto Superiore di Sanità, conferma scientificamente che gli italiani sono un popolo di poltroni, aumentati del 10% rispetto al 2007. Stando a quanto rilevato solo un 33% di cittadini può essere definito "attivo", e cioé svolge un lavoro pesante o segue le raccomandazioni delle linee guida.
Naturalmente lo studio si incentra maggiormente sul movimento fisico degli italiani ma all'Ansa Valentina Possenti, del gruppo tecnico del Passi, precisa che "non si sta parlando di sport, cioé un'attività fisica strutturata, ma solo di movimento, di spostamento da un luogo all'altro nel proprio quotidiano". In poche parole, quindi, in Italia si lavora poco, senza troppa fatica, si fa poco sport e se ci si deve spostare lo si fa assolutamente in macchina e anche un po' controvoglia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: