le notizie che fanno testo, dal 2010

Sonda Cassini-Huygens: 10 anni fa entrava nell'orbita di Saturno

Era il 1 luglio 2004 quando la sonda Cassini, la prima in assoluto a compiere questa impresa, entrava nell'orbita di Saturno. La sonda spaziale europea Cassini-Huygens compie quindi 10 anni di esplorazione ravvicinata del pianeta Saturno e delle sue lune, come Titano.

Compie 10 anni l'esplorazione ravvicinata del pianeta Saturno e delle sue lune da parte della sonda spaziale europea Cassini-Huygens. Era il 1 luglio 2004 quando la sonda Cassini, la prima in assoluto a compiere questa impresa, entrava nell'orbita di Saturno. Come ricorda l'Agenzia Spaziale Italia, il 1 luglio 2004 la sonda Cassini, lanciata da Cape Canaveral il 15 ottobre del 1997, dopo un viaggio interplanetario durato 7 anni, si immise nell'orbita del "Signore degli anelli", dove avrebbe trascorso il resto della sua vita a fotografare e analizzare il pianeta e i suoi innumerevoli satelliti. Dopo aver sorvolato gli anelli di ghiaccio di Saturno, la sonda Cassini è infatti anche atterrata sulla superficie del pianeta. Come spiega l'ASI, inizialmente la missione Cassini - progetto congiunto con ESA e NASA - era stata programmata per durare quattro anni, ma i numerosi successi conseguiti hanno indotto l'agenzia spaziale americana, nel 2008, a estenderne l'attività, permettendo agli scienziati di osservare una varietà di cambiamenti stagionali dato che il pianeta ha completato un terzo dei quasi trent’anni di viaggio intorno al Sole.

In dieci anni di attività, Cassini, con a bordo la sonda ESA Huygens, ha reso disponibili centinaia di gigabytes di dati scientifici permettendo la pubblicazione di più di 3000 report. Nel 2005, inoltre, la sonda Huygens dell'Agenzia Spaziale Europea, con a bordo tecnologia italiana sviluppata dall'ASI, è atterrata su Titano, una delle lune del pianeta, permettendo agli studiosi di studiare le proprietà fisiche dell'atmosfera e della superficie. E' stato infatti di grande rilievo il contributo dell'ASI alla missione Cassini. Per la sonda Huygens, l'Agenzia Spaziale Italiana ha per esempio sviluppato lo strumento HASI che ha misurato le proprietà fisiche dell'atmosfera e della superficie di Titano. Ma non solo. L'ASI ha sviluppato l'antenna ad alto guadagno con incorporata un'antenna a basso guadagno (che assicurano le telecomunicazioni con la Terra per l'intera durata della missione ed è anche l'antenna del radar), il canale visibile dello spettrometro VIMS, il sottosistema di radioscienza (RSIS) e il radar che utilizza anch'esso l'antenna ad alto guadagno.

A 10 anni di distanza, è ancora molto vivo il ricordo di Enrico Flamini, Chief Scientist dell'ASI, che ricorda "l'ansia, in attesa che il collegamento con Cassini riprendesse dopo l’interruzione dovuta alla particolare geometria dovuta all’accensione dei motori di bordo per rallentare la sonda e immetterla nel campo gravitazionale di Saturno, e la gioa della conferma che tutto era andato esattamente come pianificato quando la nostra High Gain Antenna era di nuovo puntata verso la Terra. - sottolineando - Dopo 10 anni, Cassini è più vivo che mai e continua a darci nuovi dati e sorprese osservando il cambio delle stagioni intorno a Saturno".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: