le notizie che fanno testo, dal 2010

Agorà: il primo talk politico italiano ad usare le gif

"La connessione tra televisione e social network è sempre più evidente. E' questa semplice constatazione a spingere oggi Agorà - l'approfondimento politico in onda ogni mattina su Rai3, dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 10.00 - a promuovere un progetto di comunicazione basato sulle gif", viene scritto in una nota della tv di Stato.

"La connessione tra televisione e social network è sempre più evidente. E' questa semplice constatazione a spingere oggi Agorà - l'approfondimento politico in onda ogni mattina su Rai3, dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 10.00 - a promuovere un progetto di comunicazione basato sulle gif: le immagini animate il cui uso si sta diffondendo a macchia d'olio sui social network. Da quando Facebook consente di postare questo tipo di contenuti, infatti, le gif impazzano e riempiono le bacheche degli italiani; stessa cosa vale per Twitter e gli altri social di larga diffusione" ragguaglia in una nota la tv di Stato.
"Nonostante ciò - osserva infine nel comunicato la Rai -, ancora pochi operatori dei media hanno pensato di spostarsi su questo tipo di canale per ampliare la propria offerta informativa. «Il progetto ha l'obiettivo di andare incontro alla platea under 35 - spiega Gerardo Greco, conduttore di Agorà - che tramite i social contiamo di coinvolgere. Il 'la' ce l'ha dato la recente copertina di Internazionale in versione gif. Abbiamo poi cercato di sfruttare la creatività di autori, redattori e grafici - stimolati dal nostro social media manager - per creare delle gif personalizzate». Già da oggi è possibile trovare su Tumblr e Giphy (i social network delle gif), ma anche su Facebook e Twitter, le animazioni che Agorà utilizza per il lancio degli ospiti del giorno dopo, per la diffusione dei contenuti on demand e per postare - in tempo reale durante la diretta - dichiarazioni particolarmente rilevanti per l'interesse pubblico."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: