le notizie che fanno testo, dal 2010

Kepler scopre pianeta e spettrografo Harps-N svela che è simile alla Terra

Il satellite della NASA Kepler ha individuato un pianeta dentro un sistema solare che si trova a 560 anni luce da noi, e lo spettrografo di alta precisione Harps-N, installato al Telescopio Nazionale Galileo dell'Istituto Nazionale di Astrofisica a La Palma, nelle isole Canari, ha confermato che è simile alla Terra, grazie alle rilevazioni degli astronomi del consorzio Italia-USA-Uk-Svizzera.

Lo spettrografo di alta precisione Harps-N, installato al Telescopio Nazionale Galileo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica a La Palma, nelle isole Canari, ha "scoperto" un pianeta (ormai l'ennesimo) con una composizione simile alla Terra, ma 17 volte più massivo. In realtà, il pianeta in questione era già stato individuato dal satellite della NASA Kepler, tanto che è stato ribattezzato molto fantasiosamente Kepler-10c. Grazie allo spettrografo Harps-N, però, ora gli astronomi del consorzio Italia-USA-Uk-Svizzera hanno potuto determinare la massa del pianeta, a quanto pare denso e roccioso come la Terra, anche se un po' di più. Kepler-10c compie un’orbita attorno ad una stella di tipo solare, ma ogni 45 giorni. Inoltre, Kepler-10c è all'interno di un sistema solare vecchio di 11 miliardi di anni, contro il nostro che raggiunge l'età di "appena" 4 miliardi e mezzo. Stando alle teorie sul Big Bang, quindi, il pianeta Kepler-10c si sarebbe formato quando l'Universo aveva solo 3 miliardi di anni, e ciò potrebbe significare, sottolinea l'Inaf, che "una certa quantità di elementi pesanti era già stata creata e messa in circolo in quel periodo dalla prima generazione di stelle". Il sistema solare della stella Kepler-10 si trova a 560 anni luce da noi, nella direzione della costellazione del Drago. Oltre alla MegaTerra (il pianeta 10c) Kepler ha anche trovato un pianeta di lava, di 3 masse terrestri ma vicinissimo al suo Sole, orbitando in 20 ore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: