le notizie che fanno testo, dal 2010

Sigaretta elettronica: su pacchetto obbligo scritta "divieto vendita minori 18 anni"

Le sigarette elettroniche contenenti nicotina non possono essere vendute ai minori di 18 anni, ma non solo. E' obbligatorio per la vendita, ricorda il Ministero della Salute, che sul pacchetto venga scritto tale divieto. Il mancato rispetto degli obblighi di corretta informazione comporta il divieto di commercializzazione dei prodotti e una multa.

Con una ordinanza del 2 aprile, il Ministero della Salute aveva stabilito il divieto di vendita, fino al 31 ottobre 2013, delle sigarette elettroniche contenenti nicotina ai minori di 18 anni. In una nota, oggi il Ministero della Salute rammenta ai negozianti che all'atto della vendita delle sigarette elettroniche con nicotina l'articolo deve riportare l'indicazione del divieto ai minori stabilito dall'ordinanza. Tale obbligo, rammenta infatti il Ministero della Salute, "è previsto dal decreto legislativo 206/2005, Codice del Consumo (articolo 6), dove viene richiesto che sulle confezioni dei prodotti compaiano le indicazioni relative alle eventuali precauzioni e alla destinazione d'uso. - aggiungendo - Tali indicazioni, come prevede l'articolo 7 del Codice del consumo, possono essere riportate anziché sulle confezioni o sulle etichette dei prodotti, su altra documentazione illustrativa che viene fornita in accompagnamento dei prodotti stessi". In altre parole, il produttore di sigarette elettroniche con nicotina (o il negoziante che le vende) deve scrivere sul pacchetto, o in alternativa su una documentazione illustrativa inserita nello stesso, che vige il divieto di vendita ai minori di 18 anni. Il Ministero della Salute avverte che "il mancato rispetto degli obblighi di corretta informazione comporta il divieto di commercializzazione dei prodotti e la sanzione amministrativa da 516 euro a 25.823 euro (articoli 11 e 12 Codice del Consumo)".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: