le notizie che fanno testo, dal 2010

Space Shuttle Discovery al museo, il Buran sovietico sotto le macerie

Lo Space Shuttle Discovery è atterrato ed è già partito il "decommissioning" per esibirlo in un museo (forse lo Smithsonian's National Air and Space Museum). Ma c'è uno Space Shuttle parcheggiato dal 2008 in un museo presso Francoforte sul Meno, è il suo gemello sovietico.

Lo Space Shuttle Discovery dopo 27 anni di onorata carriera, e dopo aver infranto tutti i record spaziali della flotta NASA degli Shuttle (leggi "NASA, Discovery è partito verso ISS: ecco i record di Nonno Shuttle" http://is.gd/dPhb7k) è il primo che andrà a godersi un meritato riposo in un museo, probabilmente, come dicono le indiscrezioni, il prestigioso Smithsonian's National Air and Space Museum.
La strada verso il pensionamento sarà lunga e faticosa anche se il processo di "decommissioning" è già iniziato visto che l'oribiter OV-103 (così si chiama il Discovery) andrà ripulito, "sfoltito" delle sue parti che potrebbero essere brevetti o segreti militari, e poi trasportato verso il museo dal Kennedy Space Center (KSC) in Florida dove ha vissuto per decenni.
Il museo dove il Discovery sarà ospitato per i prossimi anni (insieme alle destinazioni espositive di Endeavour e Atlantis, suoi colleghi di flotta ancora da "pensionare") rimarrà comunque "segreto" fino al 12 Aprile, quando la NASA comunicherà le destinazioni "terrestri" degli orbiter in occasione del 30esimo anniversario del primo volo del programma Shuttle.
Il primo Space Shuttle, il Columbia (STS-1) volò infatti proprio il 12 Aprile del 1981, data fondamentale nella storia dell'astronautica visto che si celebrava il ventennale del volo di Yuri Gagarin.
Ed è proprio la connessione non certo casuale con la vecchia Unione Sovietica da parte dello Space Shuttle, che ci porta a ricordare che uno Space Shuttle è già "parcheggiato" in un museo relativamente vicino a noi nella bella città di di Spira, presso Francoforte sul Meno.
Si tratta di un prototipo della "risposta sovietica" al programma Shuttle della NASA, ovvero il Buran (tempesta di neve, in russo) che fu una "copia" (almeno esteriormente, per volere delle alte sfere dell'esercito) dello Space Shuttle americano. Il Buran volò solo una volta (senza equipaggio umano, ma con un pionieristico volo completamente automatizzato ancora insuperato) il 15 novembre 1988.
Questo fu il suo primo ed ultimo volo visto che, solo poco tempo dopo, l'Unione Sovietica iniziò a crollare su se stessa e nel 1993 il programma Buran fu cancellato.
Lo Space Shuttle nel museo di Spira è un prototipo del 1984 (Aero test) cne fu trasportato in Germania tramite il fiume Reno in una storica "consegna" su una chiatta nel 2008.
Ma dov'è finito il Buran che volò nello spazio? Dove riposa il "gemello" sovietico del Discovery, che se ne andrà al calduccio tra i trionfi della tecnologia aerospaziale americana? Purtroppo il glorioso Buran targato CCCP venne distrutto il 12 Maggio del 2002 nel suo hangar in Kazakhstan per il crollo del tetto causato dall'assenza di manutenzione. Oltre all'orbiter sovietico il crollo uccise anche sette persone.
Il Buran rimane un pezzo di tecnologia aerospaziale d'eccellenza, anche se finito nelle macerie della storia. Per chi volesse approfondire l'argomento raccomandiamo il sito buran.ru (anche in inglese), con foto e video.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: