le notizie che fanno testo, dal 2010

Shuttle Endeavour in viaggio verso la Terra con Vittori. Poi pensione

Lo Shuttle Endeavour sta tornando in Florida con Roberto Vittori a bordo. La missione STS-134 sta per concludersi insieme alle avventure del "più giovane" degli Space Shuttle che però non avrà, come era stato programmato, l'onore di "chiudere la porta" delle missioni. Ultimo sarà l'Atlantis.

Ultimo viaggio di ritorno per lo Space Shuttle Endeavour che si è sganciato dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) alle ore 5:55 ora italiana sulla "verticale" della Bolivia, come comunica la NASA. Lo Shuttle Endeavour sta quindi concludendo la sua ultima missione (la STS-134) che ha portato sulla ISS sia l'ELC-3 (ExPRESS Logistics Carrier) sia l'AMS (Alpha Magnetic Spectrometer) che si occuperà di indagare sulla fisica delle particelle, sulla materia oscura e sull'antimateria. Ma il penultimo orbiter della flotta Shuttle della NASA (l'ultimo sarà infatti l'Atlantis che ha già cominciato le procedure per il lancio) ha anche permesso la "manovalanza astronautica" che ha fatto sì che sull'ISS, con quattro passeggiate spaziali, fosse completata la costruzione del "lato statunitense" dell'avamposto spaziale internazionale. Ma quest'ultima missione dello Shuttle Endeavour è stata anche molto "italiana" vista la presenza del nostro astronauta Roberto Vittori che, insieme a Paolo Nespoli già presente sulla ISS, ha sventolato, in teleconferenza con Napolitano, la bandiera italiana "nello spazio". Dopo l'atterraggio in Florida, che si prevede all'incirca verso le 8 e 30 ora italiana, lo Space Shuttle Endeavour (OV-105), il più "giovane" della flotta (primo lancio nella missione STS-49 nel maggio del 1992), con alle spalle "solo" 25 voli andrà in "decommissioning" e, molto probabilmente, dopo oltre 280 giorni complessivi passati nello spazio e circa 166 milioni di chilometri "percorsi", sarà esposto in un museo di Los Angeles.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: