le notizie che fanno testo, dal 2010

Sesso: ansia da prestazione donne, tra stress e ciclo

Addirittura il 95% delle donne italiane ha dichiararo di essersi sentite spesso "non all'altezza" riguardo una prestazione sessuale, tanto che la tipica "ansia da prestazione" non sarebbe più solamente un problema dei maschietti.

Addirittura il 95% delle donne italiane ha dichiararo di essersi sentite spesso "non all'altezza" riguardo una prestazione sessuale, tanto che la tipica "ansia da prestazione" non sarebbe più solamente un problema dei maschietti. Certo, come rivela il sondaggio "Le italiane e il sesso" condotto su 600 donne tra i 18 e i 50 anni tra Roma, Napoli e Milano, le donne riescono comunque a portare a termine il rapporto (mentre per gli uomini diventa più difficile) ma questo incide non poco sul risultato, soprattutto di lei.
Tra le cause di questa ansia da prestazione in rosa ci sarebbe la routine, lo stress e il timore di deludere il partner tanto che il professor Salvatore Caruso, presidente della Federazione di sessuologia scientifica (Fiss), spiega che "è fondamentale il dialogo con il partner, per condividere le difficoltà e migliorare l'intimità".
Ma anche il fatto che le donne sempre più spesso vivano "alla maschile" creerebbe questa preoccupazione di non essere all'altezza e per questo sempre Caruso consiglia una "dieta sana" e di "praticare ogni giorno un po' di movimento fisico, che facilita l'eccitazione" oltre a dormire il giusto sonno, che secondo il professore sarebbero circa 8 ore (ma non erano 5, massimo 6,5 stando ad una precedente ricerca?). Naturalmente vi è anche una spiegazione tutta scientifica a questo disturbo. Pare infatti che a soffrirne maggiormente sarebbero le donne con un ciclo abbondante, perché causerebbe anemia e sbalzi ormonali e infatti Caruso, anche co-presidente del Congresso nazionale di Firenze, congiunto con la Società della contraccezione (Sic), spiega che la pillola anticoncezionale può venire in aiuto di queste donne "in particolare quella 'bio' (Klaira)" evidenziando che "dopo un anno dalla sua introduzione nel nostro Paese, già registra un vero boom: le italiane coprono da sole il 30% del consumo europeo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: