le notizie che fanno testo, dal 2010

Zaia ricorre contro Buona Scuola. Puppato (PD): contro "teoria gender"?

"Il Veneto sarà l'unica Regione a fare un inutile ricorso contro la Buona Scuola. Il mio sospetto è che la vera ragione di questo ricorso contro la riforma della scuola del governo Renzi sia il 'solito' comma 16 dell'articolo 1, nel quale si parla di educazione al rispetto di genere", comunica in una nota Laura Puppato, parlamentare del PD.

"Il presidente del Veneto Luca Zaia perde il pelo ma non il vizio di mettersi di traverso alle riforme del governo Renzi. Dunque - spiega Laura Puppato in un comunicato -, vien da dire: ci risiamo con i ricorsi alla Corte."
"Il Veneto sarà l'unica Regione a fare un inutile ricorso contro la Buona Scuola - comunica infatti nella nota la senatrice del PD -, con grande dispendio di energia e di risorse, dal momento che non sussistono competenze regionali in materia di istruzione, tanto meno per quanto riguarda la scuola primaria. Né ha più ragioni sulla formazione professionale, per la quale con plauso unanime la Buona Scuola ha adottato un modello di successo, quello tedesco dell'alternanza scuola-lavoro e il Veneto ha ottenuto 20 milioni di euro. Infine, con la Buona Scuola la nostra regione ha ottenuto 300 milioni per laboratori e strumenti didattici per le scuole superiori, che non ne avevano. Il mio sospetto è che la vera ragione di questo ricorso contro la riforma della scuola del governo Renzi sia il 'solito' comma 16 dell'articolo 1, nel quale si parla di educazione al rispetto di genere, questione che Zaia non ha mai digerito e che è giusto il contrario delle politiche di discriminazione promosse dall'assessore Donazzan."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: